Limone e Liquirizia

Friselle Integrali

Friselle Integrali
Le Friselle sono una ricetta tipica delle specialità Pugliesi. Solitamente sono realizzate con farina di grano duro ma in questa ricetta le trovate nella versione integrale. E' un Tarallo croccante, cotto al forno, tagliato a metà in senso orizzontale e fatto biscottare nuovamente al forno. Si mantengono per molto tempo chiusi in semplici sacchetti di plastica e solitamente vengono leggermente bagnati con acqua fredda prima di assaporarli. Io li preferisco così al naturale belli croccanti. Sono un'ottima alternativa al pane o una squisita cena nelle serate estive condite con vari ingredienti, seguendo i nostri gusti. Qui troverete un condimento a base di pomodorini, fave e peperone giallo.
Write a review
Print
Ingredienti per circa 24 Friselle
  1. 500 g di Farina Integrale
  2. 500 g di Farina di Farro
  3. 500 ml di Acqua
  4. 100 ml di Olio e.v.o
  5. 25 g di Lievito Compresso
  6. 10 g di Sale
  7. 1 Cucchiaino di Zucchero
Ingredienti per il condimento di 4 Friselle
  1. 280 g di Pomodori Datterini
  2. 40 g di Cipolla Rossa
  3. 80 g di Peperone Giallo
  4. 80 g di Fave Lessate e private della Buccia
  5. Q.b. di Origano
  6. Q.b. di Olio e.v.o
  7. Q.b. di Sale
Preparazione
  1. In un contenitore sciogliete il lievito in poca acqua tiepida e unite lo zucchero, fate riposare per 20 minuti.
  2. Miscelate le farine in una ciotola o nella planetaria con gancio, iniziate ad impastare aggiungendo l'olio di oliva, il lievito a filo e la restante acqua. Lavorate fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo e solo alla fine unite il sale. Trasferite il composto in una ciotola leggermente oliata, coprite con un panno pulito da cucina e fate lievitare fino al raddoppio ( un'ora e mezza circa ).
  3. Trascorso il tempo dividete l'impasto in pezzi uguali da 150 g l'uno e realizzate delle palline che farete lievitare per altri 15 minuti.
  4. Con le mani formate ora dei filoncini con una lunghezza di circa 18 cm e lasciate riposare ancora per un'ora circa. Chiudete poi a ciambella i vostri filoncini.
  5. Adagiate su una teglia ricoperta di carta forno, fate lievitare per un'altra ora e cuocete in forno preriscaldato a 200°C per circa 10/15 minuti.
  6. Sfornate, fate raffreddare, tagliate a metà in senso orizzontale e cuocete di nuovo in forno a 180°C per i primi 30 minuti e poi abbassate la temperatura a 140° per altri 30 minuti.
  7. Preparate il condimento; Lavate e mondate le verdure. Tagliate a piccoli cubetti il peperone, la cipolla e i pomodorini. Riunite in una ciotola e aggiungete le fave. Condite di olio, sale e origano. Mescolate per amalgamare gli ingredienti e dividete il composto ottenuto per farcire le vostre friselle.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Focaccia Integrale con Patate e Yogurt

Focaccia Integrale con Patate e Yogurt
A chi non piace la Focaccia !!! Mangiata a pezzetti, imbottita con affettato, a strisce per accompagnare un aperitivo, a quadretti con del formaggio per un Finger Food, al posto del pane per un pin-nic o un giorno in spiaggia........insomma sta bene ovunque e con ogni cosa. Qui una versione diversa dal solito, realizzata con farina per metà integrale e arricchita con patate e resa sofficissima grazie all'aggiunta dello yogurt. Potete utilizzare anche le patate arrosto avanzate dal pranzo della domenica.
Write a review
Print
Ingredienti per due stampi da 28 cm di diametro
  1. 750 g di Farina Integrale
  2. 750 g di Farina Tipo 3
  3. 600 g di Patate Lesse
  4. 25 g di Lievito Compresso
  5. 1 Cucchiaino di Sale
  6. 5 Cucchiai di Olio e.v.o
  7. 250 g Yogurt Magro Bianco
  8. 1/2 Lt. di Latte Fresco
  9. 300 Ml. circa di Acqua
  10. Q.b. di Sale Grosso
  11. Q.b. di mix di semi ( lino, sesamo, papavero e girasole )
  12. 1 Grappolo di Pomodori Pachino
  13. Qualche Foglia di Basilico
Procedimento
  1. Lavate le patate per eliminare il terriccio residuo e assicuratevi di aver tolto i tuberi inverditi visto che contengono un alcaloide tossico per l'essere umano. Cercate di utilizzare tuberi della stessa grandezza altrimenti la cottura non risulterà uniforme. Immergete le patate in un tegame capiente pieno d’acqua fredda e leggermente salata. Portate a bollore rapidamente per poi abbassare la fiamma e portate a cottura. Scolate, pelatele e fate raffreddare. Trascorso il tempo tagliatele a piccoli cubetti.
  2. In una ciotola o nella planetaria miscelate le farine e il sale fino, aggiungete il lievito sbriciolato, l'olio di oliva, lo yogurt e il latte. Iniziate ad amalgamare e versate gradualmente l'acqua, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Unite ora le patate e lavorate delicatamente per amalgamarle all'impasto.Trasferite il composto in una terrina oliata, coprite con un panno pulito da cucina e fate lievitare fino al raddoppio.
  3. Trascorso il tempo, prendete l'impasto in mano , sgonfiatelo leggermente per togliere l'aria, dividetelo a metà e adagiatelo su due stampi dal diametro di 28 cm. Stendete con le mani, coprite e lasciate lievitare ancora per circa 1ora.
  4. Scoprite l'impasto e formate con le dita dei buchi in superficie, spennellate con olio e spolverizzate generosamente con il mix di semi e del sale grosso. Al centro adagiate il grappolo di pomodorini, coprite ancora e fate lievitare di nuovo per 30 minuti.
  5. Cuocete in forno preriscaldato a 200°C per circa 20/25 minuti o comunque fino a quando la superficie non risulti dorata. Sfornate e fate raffreddare completamente prima di servire. Decorate con qualche fogliolina di basilico fresco.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Mentuccia, Nepetella o Poleggio

Guide alla Cucina | 16 maggio 2018 | By

Mentuccia, Nepetella o Poleggio

Ecco qua un’altra erba aromatica che troviamo in natura da Giugno ad Ottobre; la Mentuccia o chiamata anche Nepetella o Poleggio, una pianta spontanea del Mediterraneo, che possiamo trovare in tutti i prati e nei luoghi soleggiati e non umidi. E’ caratterizzata da un aroma molto simile a quello della menta ma meno intenso. Volendo può essere facilmente coltivata sia in vaso che in giardino, ricordandovi che vuole un’esposizione in pieno sole. La raccolta delle foglie si può fare in ogni momento della buona stagione, ma raggiungono la massima aromaticità al momento della fioritura. E’ possibile effettuare la raccolta e far essiccare le foglie al sole, per poi mantenerle in un barattolo di vetro chiuso ermeticamente, così da poterla utilizzare tutto l’anno per i vostri piatti. La ricetta principale che prevede il suo utilizzo sono i carciofi alla romana, ma viene usata anche per aromatizzare funghi, piatti con le lumache, panzanella ed acquacotta. Ottima come condimento per salse o nella pizza al posto del basilico. Alla mentuccia inoltre ei attribuiscono proprietà: digestive, espettoranti e carminative.

Noodles di Riso Vegetariani

Noodles di Riso Vegetariani
Gli spaghetti di riso sono altamente digeribili e privi di glutine, quindi adatti ai celiaci. Tipici della cucina orientale cinese, vengono sempre proposti da un condimento a base di salsa di ostriche, pesce o di soia e spesso vengono utilizzati olio di sesamo e germogli di soia. Io vi propongo una versione decisamente diversa ma più piacevole per i nostri palati occidentali. Ingredienti semplici come verdure e spezie aromatiche, fanno di questo piatto, una pietanza adatta non solo a celiaci ma anche a vegani e vegetariani. Di obbligo il wow per saltare le verdure, che io adoro e utilizzo per molte altre preparazioni. Il wok è una padella utilizzata nella cucina cinese, dalla forma semisferica. In origine veniva forgiata in ferro o ghisa ed era dotata di due manici corti. Ora la si trova più facilmente con un solo manico lungo. Ha la caratteristica di trattenere il calore e di consentire cotture brevi e con poco olio.
Write a review
Print
Ingredienti per 2 ps
  1. 110 g di Noodles di Riso
  2. 50 g di Peperoni Rossi
  3. 40 g di Carote
  4. 30 g di Melanzane
  5. 60 g di Zucchine
  6. 50 g di Peperoni Gialli
  7. 1 Pizzico di Curry
  8. 1 Pizzico di Paprika Dolce
  9. 1 Pizzico di Curcuma
  10. 1 Pizzico di Zenzero in Polvere
  11. Q.b. di Olio di Riso
  12. Q.b. di Sale
Procedimento
  1. Lavate e mondate le verdure; tagliate a bastoncini sottili nel senso della lunghezza le carote, i peperoni rossi e gialli, e procedendo nello stesso modo tagliate anche le zucchine con le melanzane, avendo cura di utilizzare la parte esterna più dura e meno acquosa.
  2. In un wok versate l'olio di riso, fate scaldare e unite le verdure. Condite di sale, zenzero in polvere, curry, paprika dolce e curcuma. Portate a cottura, tenendo conto che le verdure devono risultare piuttosto croccanti.
  3. Cuocete gli spaghetti di riso in abbondante acqua salata portata a bollore, come da indicazioni della confezione, tenendo conto che non necessitano di una cottura lunga come i tradizionali spaghetti di grano duro. Scolateli e passateli per qualche secondo sotto l’acqua fredda per fermarne la cottura. Aggiungete gli spaghetti di riso alle verdure, fate andare per qualche minuto su fiamma vivace, aggiungendo se necessario poca acqua di cottura degli spaghetti.
  4. Servite subito e decorate a piacere con foglioline di basilico e un giro di olio a crudo.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Olio Aromatico alle Erbe

Olio Aromatico alle Erbe
Favoloso per insaporire i vostri piatti di carne o pesce.
Write a review
Print
Ingredienti
  1. 300 g. di Olio Extravergine di Oliva
  2. 4 g. di Foglie di Rosmarino
  3. 4 g. di Foglie di Basilico
  4. 4 g. di Foglie di Salvia
  5. 4 g. di Timo
  6. 2 Spicchi di Aglio Senza Buccia
Procedimento
  1. Procuratevi un barattolo di vetro con chiusura ermetica, ponete sul fondo i vostri odori precedentemente lavati e asciugati e versate l’olio di Oliva. Chiudete e riponete in un luogo buio da una a tre settimane, a seconda dell’intensità del gusto desiderato.
  2. Trascorso il tempo, filtrate il vostro olio e conservatelo in bottiglie di vetro possibilmente realizzate con del vetro scuro, altrimenti o lo riponete in un luogo al buio oppure avvolgete la vostra bottiglia in della carta stagnola.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/