Limone e Liquirizia

Pane con Zucca e Porri

 

 

Pane con Zucca e Porri
Salve gente, alcuni giorni fa mi sono divertita a realizzare questo pane a forma di zucca. Avevo visto alcune immagini su Facebook e me ne sono subito innamorata. Io però non mi sono fermata solo alla forma della zucca ma anche al sapore. Ho voluto cuocere la polpa con il porro e un rametto di rosmarino per dargli profumo, messo poi il tutto nel nostro impasto da pane. La trovo un' idea carina per la tavola di Halloween che si sta' avvicinando. Morbido, profumato e davvero gustoso.
Write a review
Print
Ingredienti
  1. 850 g Farina tipo 1 o Farina Integrale
  2. 300 g di Zucca Gialla Pulita
  3. 100 g di Porro Pulito
  4. 2 Rametti di Rosmarino
  5. 20 g di Lievito di Birra
  6. 1 Cucchiaino di Zucchero
  7. 1 Cucchiaino di Sale
  8. Q.b. di Olio e.v.o.
  9. Q.b. di Sale e Pepe
  10. Q.b. di Acqua
Preparazione
  1. Lavate e mondate il porro con il rosmarino. In una casseruola antiaderente versate un filo di olio, aggiungete il porro tritato finemente e i rametti di rosmarino. Coprite e fate insaporire per qualche minuto.
  2. Aggiungete la zucca tagliata a piccoli cubetti, condite di sale e pepe e continuate la cottura fin'chè la zucca non si sarà ben ammorbidita e avrà assunto la consistenza di una crema. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.
  3. Nel frattempo in un contenitore versate 100 ml di acqua leggermente tiepida, aggiungete il lievito con lo zucchero, sciogliete e fate riposare per 20/25 minuti.
  4. In una planetaria o su di un piano da lavoro miscelate la farina al sale, aggiungete 3 cucchiai di olio e.v.o., la polpa di zucca cotta e il lievito. Iniziate ad impastare e gradualmente unite l'acqua.
  5. Lavorate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, dopo di che trasferite in una ciotola precedentemente oliata, e coprite con un panno umido da cucina. Lasciate lievitare fino al raddoppio.
  6. A lievitazione avvenuta trasferite il vostro impasto su di un piano da lavoro leggermente infarinato e procedete facendo tre giri di pieghe a tre con riposo di trenta minuti tra l'una e l'altra, coprendo sempre l'impasto. Questo serve per dare struttura al pane e a fare in modo che durante la cottura si sviluppi in altezza e crei una buona alveolatura finale. (Per chi non conosce le pieghe a tre, consiglio di andare sul web e vedere la dimostrazione )
  7. Avvenuta l'ultima piega, mettete da parte un piccolissimo pezzetto di pasta che ci servirà per il picciolo, e pirlate la restante ( cioè arrotondate l'impasto con i palmi della mano rincalzando i lembi verso il basso ). Trasferite su di una placca rivestita di carta forno e con l'aiuto di uno spago da cucina, procedete dando la forma di una zucca al vostro panetto. Semplicemente legando la pagnotta come se fosse un caciocavallo; cioè fate otto giri di spago per ottenere gli otto spicchi della zucca. Per facilitare la procedura, vi invito ad annodare e tagliare lo spago per ogni giro che realizzate.
  8. Date ora una forma al picciolo con il pezzetto di pasta messa da parte, e riponete al centro della zucca. Coprite per l'ultima lievitazione.
  9. Cuocete in forno preriscaldato a 230°C per i primi 15 minuti, abbassate poi a 180°C per altri 30 minuti circa.
  10. Sfornate e spennellate tutta la superficie con tuorlo e latte sbattuti.
  11. E' ovvio che i tempi di lievitazione saranno variabili in base alla temperatura esterna ( quella ideale è di circa 28° C che possiamo raggiungere nel forno con luce accesa) e quelli di cottura in base alla pezzatura e al tipo di forno.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Baccalà al Latte con Patate

Secondi Piatti | 13 ottobre 2016 | By

 

 

Baccalà al Latte con Patate
L'autunno ha fatto il suo ingresso con fermezza. Le temperature si sono abbassate, la pioggia non cessa e le giornate sono sempre più corte. Abbiamo voglia di cose calde; tiriamo fuori i primi maglioni, accendiamo la nostra fonte di calore e la cucina prende vita tra i fornelli e il forno che di nuovo va. Anche i piatti cambiano e questo di oggi ne è la prova.
Write a review
Print
Ingredienti
  1. 2 Filettoni di Baccalà sotto sale
  2. 1 Cipolla media bianca
  3. 4/5 Patate
  4. Olio evo
  5. 2 Rametti di Prezzemolo
  6. 750 ml circa di Latte fresco parzialmente scremato
  7. Sale e Pepe q.b.
Preparazione
  1. Il Baccalà va tenuto a bagno in acqua fredda per almeno 36 ore cambiando spesso l'acqua e riponendolo in frigorifero; questa operazione ci permette di dissalare e reidratare i filettoni.
  2. Trascorso il tempo scolate e asciugate con della carta da cucina.
  3. Spellate ora il baccalà; con una mano tenete forte la parte più sottile e con un coltello affilato staccate lentamente la pelle dalla polpa.
  4. Aiutandovi con una pinzetta togliete le spine, dividetelo ora a pezzettoni e infarinate su tutti i lati.
  5. Pelate e lavate le patate, tagliate a fettine di circa 1/2 cm di spessore e lasciate a bagno in acqua fredda per circa 30 minuti.
  6. Prendete ora una casseruola piuttosto capiente, versate abbondante olio e unite la cipolla tritata finemente. Fate soffriggere leggermente, togliete dal fuoco e distribuite le patate su tutta la superficie. Adagiate sopra i pezzi di baccalà e coprite bene con il latte.
  7. Fate cuocere a fuoco lento per circa 50 minuti o comunque fino a quando il latte non si sarà assorbito e avrà formato una salina cremosa. Aggiustate di sale se necessario, spolverizzate con il prezzemolo tritato e una macinata di pepe.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Risotto alla Zucca, Marsala e Rosmarino

 

Risotto alla Zucca, Marsala e Rosmarino
Con questo Risotto apro una delle tante ricette che vorrei proporvi a base di Zucca. Prezioso frutto, dal gusto dolciastro e deciso e da una grande versatilità in cucina. E’ un frutto perché contiene semi anche se cucinato come una verdura. Originaria dell’America Centrale, in italia Viene coltivata principalmente nel mantovano e nel cremonese ed è una pianta molto resistente che non richiede grosse attenzioni da parte di chi la coltiva. E' un’ottima fonte di vitamine e di sostanze antiossidanti. In modo particolare la zucca fornisce al nostro organismo il betacarotene, indispensabile per la formazione della vitamina A. Della zucca non si butta via niente, infatti, oltre alla polpa e ai semi, anche i suoi fiori rappresentano un appetitoso piatto una volta impanati e fritti. Dai semi di zucca si ricava un olio che viene impiegato principalmente in ambito cosmetico, ma anche in cucina.
Write a review
Print
Ingredienti per 4ps
  1. 400 g di Polpa di Zucca già pulita
  2. 320 g di Riso Carnaroli
  3. 2 Piccole Cipolle Dorate
  4. 2 Costole di Sedano
  5. 1 Carota
  6. Mezzo Finocchio
  7. 2 Rametti di Prezzemolo
  8. Mezzo Bicchierino di Marsala Secco
  9. 20 g di Parmigiano Grattugiato
  10. 100 ml di Panna da Cucina
  11. 50 ml di Latte
  12. Scorza grattugiata di 1 Limone non trattato
  13. Un Rametto di Rosmarino
  14. 30 g di Burro
  15. q.b. di Sale e Pepe
Preparazione
  1. Tagliate a tocchetti una costola di sedano, mezza carota, una cipolla e il finocchio.
  2. Riunite il tutto in una casseruola con 1,5 litri di acqua fredda, unite il prezzemolo e portate a ebollizione; aggiungete una presa di sale grosso e la zucca tagliata a tocchetti, continuate la cottura per altri 20/25 minuti o comunque fino a quando la zucca risulta cotta.
  3. Scolate le verdure e create una purea con il passatutto, filtrate il brodo di cottura tenendolo da parte.
  4. In una casseruola con il burro soffriggete la cipolla, il sedano, e la carota rimasti il rosmarino tritati finemente.
  5. Unite il Riso e fate tostare per due minuti, sfumate con il marsala.
  6. Continuando a mescolare aggiungete la purea di zucca e portate a cottura versando poco alla volta il brodo bollente.
  7. Due minuti prima di ritirare il risotto dal fuoco incorporate la panna e il latte intiepiditi, la scorza del limone grattugiata, il parmigiano e una generosa macinata di pepe. Mescolate e spegnete.
  8. Lasciate mantecare il risotto coperto per un paio di minuti e poi servite.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Milano Golosa 2016 dal 15 al 17 Ottobre

Eventi | 9 ottobre 2016 | By

unknown

 

 

 

 
Questa volta amici  l’appuntamento con il cibo si sposta nel Nord Italia. La splendida Milano diventa Milano Golosa, nel palcoscenico del Palazzo del Ghiaccio il Cibo si Mette a Nudo.

” Bisogna avere il rispetto per la materia. E’ lei il punto di partenza. E’ lei che detta l’opera, lei che la impone ” e io aggiungerei che la compone. Queste sono le parole di Mirò per descrivere questo appuntamento dal 15 al 17 Ottobre per la quinta edizione ideata da Davide Paolini.

Il concetto di Purezza in Cucina è uno dei temi principali, con un ricco calendario di eventi e la presenza di artigiani e specialità enogastronomiche.

Non mancheranno lezioni e degustazioni che avranno un occhio di riguardo verso la cucina vegetariana e vegana. 

Lezioni tipo: Il Pane che fa la differenza, Senza Glutine e Creatività in Cucina, Dieta Glute Free e Dieta Mediterranea, Parmigiano Reggiano dal Foraggio al Formaggio, Agricoltura Sinergia e Cucina….
Andremo oltre il piatto – spiega Davide Paolini – alla ricerca dell’origine di ciò che vi si trova dentro. Sempre più in cucina si ricerca l’integrità della materia prima, un’idea di purezza da preservare”. 
Appuntamenti che coinvolgeranno anche luoghi al di fuori del Palazzo del Ghiaccio in occasione di Fuori Milano Golosa: cene, incontri enogastronomici e degustazioni tra ristoranti e enoteche milanesi che hanno aderito alla manifestazione.
L’evento sarà aperto al pubblico sabato 15 ottobre (dalle 14.30 alle 22), domenica 16 ottobre (dalle 10 alle 20) e lunedì 17 ottobre (dalle 10 alle 17.30). Per maggiori informazioni vi riporto al sito della manifestazione (www.milanogolosa.it).

Tartare di Tonno con Salsa Al Guacamole

 

Tartare di Tonno con Salsa al Guacamole
Stasera Pesce !!! .....e Buon Appetito Amici miei !!! Questa ricetta in realtà è del Cuoco Daniele Usai che io poi ho ritoccato a mio piacimento. L'ingrediente che prevale oltre al tonno è l'Avocado, un frutto originario di una vasta zona geografica che si estende dalle montagne centrali ed occidentali del Messico, attraverso il Guatemala fino alle coste dell'Oceano Pacifico nell'America centrale. Si distingue per le sue proprietà nutritive, è infatti ricco di beta-carotene e glutatione e contiene potassio in quantità maggiori delle banane.
Write a review
Print
Ingredienti
  1. 350 g di Polpa di Tonno Fresco e abbattuto
  2. 30 g di Cipolla Rossa
  3. Succo di 1 Lime
  4. Scorza grattugiata di 1 Lime non trattato
  5. 1 Avocado maturo
  6. q.b. di Prezzemolo
  7. Olio evo
  8. q.b. di Sale e Pepe
Preparazione
  1. Lavate l'Avocado sotto acqua fredda corrente sfregando delicatamente la buccia e asciugate con carta da cucina.
  2. Trasferite su un piano di lavoro, tagliate nel senso della lunghezza passando intorno al nocciolo. Ruotate le due metà del frutto in direzione opposta e separarle.
  3. Rimuovete il nocciolo aiutandovi con un coltellino e con il cucchiaio estraete la polpa inserendolo tra la buccia e la polpa stessa.
  4. E' importante ricordare che una volta esposto all'aria, l'avocado scolorisce rapidamente; pertanto si deve lavorare in modo veloce.
  5. Trasferite in una ciotola, con una forchetta schiacciate leggermente e condite con olio, sale, pepe, cipolla rossa tritata finemente e il succo con la scorza grattugiata di metà lime. Coprite e lasciate da parte.
  6. Prendete ora il Tonno e con un coltello affilato tagliatelo prima a losanghe e poi a cubetti.
  7. Versate in una ciotola, condite con olio, un pizzico di sale, pepe, il prezzemolo tagliuzzato finemente e il succo con la scorza del restante Lime
  8. Mescolate bene affinché si insaporisca in modo uniforme.
  9. Aiutandovi con un coppa pasta posizionato al centro del piatto versate prima la salsa al Guacamole sistemandola in modo uniforme sulla superficie e poi sopra posizionate la tartare di tonno.
  10. Guarnite con un ciuffo di cipolla rossa e una foglia di prezzemolo, un filo di olio e servite.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/