Limone e Liquirizia

Salmone Affumicato con Cavolo Rosso, Finocchi e Mandorle Tostate

 

 

 

Salmone Affumicato con Cavolo Rosso, Finocchi e Mandorle Tostate
Questo Piatto è delicato, elegante, è stato Amore al primo assaggio !! Il sapore del Salmone Affumicato si sposa a meraviglia con queste verdure di stagione. Se volete potete servirlo con del pane tostato o aggiungendo spicchi di arancia spellati a vivo. Diminuendo le dosi può diventare un antipasto, se invece le aumentate eccovi servito un piatto unico, oppure con un po' di fantasia e tagliando il salmone a striscioline sottili otterrete una bella insalata da servire come contorno. Insomma avete di che sbizzarrirvi.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 400 g di Salmone Affumicato a fette
  2. 320 g di Cavolo Rosso
  3. 220 g di Finocchio
  4. 20 g di Mandorle a lamelle
  5. Q.b. di Olio e.v.o
  6. Q.b. di Sale
  7. Q.b. Succo di Limone
Procedimento
  1. Iniziate pulendo il cavolo rosso; eliminate le foglie esterne e poi con un coltello ben affilato tagliatelo a metà nel senso della lunghezza e poi ancora in due parti. Sciacquatelo velocemente, eliminate la parte interna bianca che risulta molto dura e tagliatelo a striscioline molto sottili.
  2. Pulite ora il Finocchio; tagliate i gambi fino alla base e le barbette verdi, togliete il torsolo e le prime foglie esterne più dure. Se necessario tirate via dalle foglie sottostanti i filamenti più duri. Lavatelo accuratamente sotto acqua corrente e dopo averlo diviso a metà tagliatelo a fette sottilissime.
  3. Nel frattempo ponete un padellino su fiamma, quando sarà caldo versate le mandorle a lamelle e tostate leggermente.
  4. Prendete un piatto da portata, adagiate le fette del Salmone Affumicato, le striscioline di Cavolo Rosso, a seguire il Finocchio e completate con le mandorle a lamelle.
  5. Condite con una vinaigrette che otterrete miscelando molto bene il succo del limone, l'olio e il sale.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Involtini di Radicchio

 

Involtini di Radicchio
Ieri vi ho parlato della Festa del Radicchio, pertanto oggi mi sembrava doveroso proporvi una ricetta a base di questa meravigliosa verdura. Adoro il suo sapore amarognolo e l'inverno è spesso un ingrediente dei miei piatti. Ci cucino Risotti, Primi Piatti e Torte salate. E' un ottimo contorno sia crudo ad insalata che cotto alla griglia piuttosto che al forno. Sublime invece impanato e fritto. In questa deliziosa e gustosissima ricetta lo troviamo invece nella versione involtino. Potete servirlo sia come antipasto che come contorno.
Write a review
Print
Ingredienti per 12 Involtini
  1. 1 Cespo di Radicchio Rosso Tondo
  2. 240 g di Formaggio Asiago
  3. 2 Cucchiai di Aceto
  4. 4/5 Foglie di Salvia
  5. 20 g di Burro
  6. Q.b. di Sale e Pepe
Procedimento
  1. In una pentola portate a leggero bollore abbondante acqua, salate leggermente e versate i due cucchiai di aceto.
  2. Nel frattempo mondate il Radicchio; togliete la radice, eliminate le foglie più esterne e ricavatene 12 grandi e integre, sciacquatele una ad una sotto acqua corrente avendo cura di non romperle.
  3. Preparate una ciotola di acqua fredda con del ghiaccio e lasciate da parte.
  4. Lessate le foglie di Radicchio poche per volta per circa un minuto, scolate e passatele subito nell’acqua ghiacciata. Questa operazione consente non solo di bloccare la cottura della verdura ma anche di mantenere integri i suoi colori.
  5. Lasciate riposare per qualche secondo, scolate con un mestolo a fori o con una pinza da cucina e adagiate le foglie, cercando di aprirle, su di un panno pulito e asciutto. Tamponate con della carta da cucina.
  6. Tagliate a striscioline il formaggio e riponetelo al centro della vostra foglia ormai asciutta. Richiudete l’involtino partendo dalle parti laterali della foglia, per riporli sopra il ripieno, proseguite facendo lo stesso con gli altri due lati.
  7. Prendete una casseruola, mettete sul fondo qualche fiocchetto di burro, adagiate gli involtini, condite con sale e pepe macinato al momento e rifinite con il restante burro e le foglie di salvia.
  8. Cuocete a fiamma bassa per qualche minuto e servite caldi.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Festa del Radicchio di Treviso dal 29/01 al 07/02- 2017

Eventi | 25 gennaio 2017 | By

radicchio_tardivo

 

Buonasera a tutti, oggi parleremo della Festa del Radicchio di Treviso che si terrà a Dosson dal 27/01 al 05/02/2017

Fu nell’autunno del 1986 che, in un incontro di amici, il discorso cadde sulle manifestazioni che a vario titolo vivacizzavano la città di Treviso. Parve che fra le numerose iniziative di carattere sportivo, ricreativo e culturale non dovesse mancare quella che avrebbe dovuto esaltare il prodotto più tipico della loro terra: il radicchio rosso trevigiano. Questo pregiato ortaggio, da oltre un secolo ha avuto la sua culla proprio a Dosson, nella quale gli agricoltori lo coltivano da sempre con cura ed arte.Nacque così l’idea di organizzare una Festa popolare per valorizzare al meglio il Radicchio Rosso di Treviso IGP. Ortaggio assai duttile in cucina, da una consistenza croccante e da un inconfondibile gusto delicatamente amarognolo, può essere utilizzato per insalate crude ma anche per la preparazione di primi, secondi e dolci. Esistono anche delle birre e delle tisane salutari aromatizzate al Radicchio.

Si presenta in due varianti: precoce o tardivo. Quest’ultimo assai più pregiato, in ragione della complessità del processo di produzione. Il Radicchio è un ottimo rimedio anti-invecchiamento: è ricco di antiossidanti che frenano i processi di invecchiamento cellulare antinfiammatorio ed è indicato a chi ha problemi cutanei (foruncoli, piaghe), artrite e reumatismi. Ha un contenuto calorico basso) ed è ricco di vitamina A, B1 e B2. Ha inoltre proprietà depurative e digestive, favorisce il buon funzionamento dell’intestino e contrasta i disturbi legati all’insonnia.

 

Cuori di Muffin con Mandorle e Carote

 

Cuori di Muffin con Mandorle e Carote
Fantastica colazione con questi muffin di mandorle e carote. Leggeri e privi di grassi come burro e olio. Con la stessa dose potete realizzare una torta da 28 cm di diametro, in questo caso la cottura in forno sarà sempre a 180°C ma con un tempo di 40/45 minuti, oppure dei semplici stampini da Muffin ( Io avevo questi a forma di cuore che mi piacevano particolarmente per questa realizzazione.) Potete anche omettere la meringa e spolverizzare la superficie con lo zucchero a velo. Un' altra variante altrettanto gustosa è quella di utilizzare al posto delle mandorle le Noci Pecan, molto usate nella pasticceria nordamericana.
Write a review
Print
Ingredienti per i Muffin
  1. 120 g di Farina 00
  2. 300 g di Carote
  3. 300 g di Mandorle Pelate
  4. 300 g di Zucchero
  5. 8 Biscotti Secchi Integrali
  6. Scorza Grattugiata di 1 Limone non Trattato
  7. 1 Bustina di Lievito per Dolci
  8. 4 Uova intere
  9. 2 Tuorli
  10. Q.b. di Burro
  11. 20 g di Mandorle a Lamelle
Ingredienti per la Meringa
  1. 3 Albumi
  2. 180 g Zucchero a Velo
  3. 1 Pizzico di Sale
Procedimento
  1. Raschiate le Carote, lavatele e con un mixer tritatele finemente. In modo grossolano passate al mixer anche i biscotti integrali e le mandorle pelate. Lasciate da parte.
  2. Dividete le chiare dai tuorli e aiutandovi con una frusta elettrica lavorate quest'ultimi con lo zucchero, fino a ottenere un composto chiaro e spumoso. Unite poi la farina con il lievito dopo averli setacciati, questa operazione è semplice per quanto importante. Quando passiamo la farina al setaccio, non facciamo altro che permettere all'aria di penetrare tra le sue particelle, e questo favorirà l'assorbimento di liquidi e la lievitazione ne beneficerà.
  3. Aggiungete ora le carote, la scorza di limone, i biscotti e le mandorle, amalgamando gli ingredienti uno alla volta.
  4. Montate a neve ferma le chiare e incorporate delicatamente al composto, usando una spatola e con movimenti del polso dal basso verso l'alto.
  5. Imburrate gli stampini e versate il composto fino ad arrivare a un centimetro sotto il bordo. Adagiateli su una placca e infornate a forno statico e preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti.
  6. Sfornate, lasciate raffreddare e poi toglieteli dai stampini.
  7. A questo punto prepariamo la meringa; montate con una frusta gli albumi con un pizzico di sale a neve semi ferma; unite lo zucchero a velo e continuate a montare fino a che gli albumi non diventano lucidi e densi.
  8. Coprite la calotta dei muffins con la meringa , spolverizzateli con le mandorle a lamelle e adagiateli su una teglia per poi passarli in forno caldo a 190° per 5/6 minuti. Fate raffreddare completamente prima di servirli.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Fagottino di Lasagna Ripieno di Patata e Porro

Primi Piatti | 22 gennaio 2017 | By

 

Fagottino di Lasagna Ripieno di Patata e Porro
L'altro giorno mentre ero al supermercato nel reparto di frutta e verdura ho visto dei meravigliosi porri, belli, freschi, con le foglie di un verde lucente, e così ho deciso di prenderli senza sapere ancora cosa realizzarci. Poi mi sono ricordata di un primo mangiato molto tempo fa a casa di una conoscente e così la fantasia ha preso forma. Li abbiamo decisamente Graditi !!! Dall'aspetto insolito per un primo, morbidi all'interno e croccanti fuori, semplici da preparare e super ottimi.
Write a review
Print
Ingredienti per 12 Fagottini
  1. 850 g di Patate a pasta Gialla
  2. 2 Porri di media grandezza
  3. 60 g di Parmigiano Grattugiato
  4. 12 Fogli di Pasta per Lasagna
  5. Q.B. di Olio e.v.o.
  6. Q.b. di Sale e Pepe
  7. Q.b. di Burro
Procedimento
  1. Lavate le Patate per eliminare il terriccio residuo e assicuratevi di aver tolto i tuberi inverditi visto che contengono un alcaloide tossico per l'essere umano. Cercate di utilizzare tuberi della stessa grandezza altrimenti la cottura non risulterà uniforme. Immergete le patate in un tegame capiente pieno d’acqua fredda e leggermente salata. Portate a bollore rapidamente per poi abbassare la fiamma fino a completa cottura.
  2. Scolate e pelatele. Per togliere la buccia più facilmente potete trasferire le patate direttamente dall’acqua bollente a una bacinella con acqua ghiacciata.
  3. Lasciate a bagno per circa 5-6 secondi, così da far raffreddare la pelle ma non l’interno della patata. Lo shock termico provocherà automaticamente il distaccamento della buccia dalla polpa.
  4. Passatele ora allo schiacciapatate e tenete da parte.
  5. Nel frattempo pulite i porri; tagliate la parte verde, eliminate l'estremità inferiore con la radice.
  6. Effettuate un leggero taglio longitudinale e eliminate le prime due foglie esterne.
  7. Tagliate il porro a rondelle e trasferitelo in una padella antiaderente con un filo di olio. Condite di sale e pepe e lasciate cuocere a fiamma bassa.
  8. Unite il porro alle patate lessate e amalgamate bene; questo sarà il ripieno dei nostri fagottini.
  9. Portate a bollore abbondante acqua salata con un cucchiaio di olio e cuocete al dente la pasta della lasagna. Scolate e fate asciugare leggermente su un panno da cucina asciutto.
  10. Su di un piano da lavoro spolverizzate il Parmigiano grattugiato, passateci sopra un foglio di pasta per volta e su di un lato soltanto. Aiutandovi con un cucchiaio mettete un po' del ripieno al centro della sfoglia e dalla parte liscia senza il formaggio. Alzando un lembo per volta chiudete a fagotto. Prendete ora una pirofila da forno, distribuite sulla superficie metà del burro a piccole fettine, adagiate sopra i fagottini, e ripetete l'operazione con il burro restante. Infornate a 210°C in forno statico e preriscaldato per circa 30/35 minuti o comunque fino a doratura. Servite caldi.
  11. Potete preparare questo primo anche il giorno prima e riporlo in frigorifero, oppure surgelare e utilizzare al bisogno. In questo caso tirateli fuori dal congelatore la sera prima e conservate in frigo fino al momento di cuocerli.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/