Limone e Liquirizia

Grissini con Pomodori Secchi e Granella di Pistacchi

 

Grissini con Pomodori Secchi e Granella di Pistacchi
Bentrovati Amici cari, spero che le vostre feste siano trascorse piacevolmente. Io con grande gioia ho passato il Capodanno nell' affascinante e fredda Torino. Ho cercato di visitare più cose possibili e naturalmente di mangiare i piatti appartenenti alla tradizionale cucina piemontese 😉. Oltre alla Toma, alla Bagna Coada, ai Gianduiotti e alla Tarte Tatin, uno dei prodotti più celebri e diffuso è il Grissino. È nato nel 1679, per ragioni di necessità, in quanto il futuro re Vittorio Amedeo ll, per motivi di salute non riusciva a digerire la mollica del pane. Il successo di questo prodotto fu immediato. Ne esistono di diverse forme, con impasti e aromi diversificati. Questi che io vi propongo ne sono un esempio.......li ho sgranocchiati tutti come un criceto !!
Write a review
Print
Ingredienti per circa 20 pz
  1. 300 g di Farina
  2. 300 g di Patate lesse
  3. 25 g di Olio e.v.o.
  4. 150 g di Burro morbido
  5. Q.b. di Sale e Pepe
  6. 60 g di Pomodori Secchi sott'olio
Ingredienti per la finitura
  1. 1 Albume
  2. 40 g di Granella di Pistacchi
  3. 50 g di Pomodori Secchi sott'olio
Procedimento
  1. In una ciotola mescolate la farina, le patate lesse fatte raffreddare e passate allo schiaccia patate, l'olio, il burro morbido e i pomodori secchi fatti scolare dal propio olio e tagliati a piccoli cubetti.
  2. Condite di sale e pepe, amalgamate bene tutti gli ingredienti, coprite con pellicola e fate riposare in frigorifero per almeno una ora.
  3. Nel frattempo scolate e riducete a piccoli pezzettini i pomodori restanti ed uniteli alla granella di pistacchi.
  4. Trascorso il tempo infarinate leggermente un piano da lavoro, dividete l'impasto in piccoli panetti da 45 g cadauno, poi in strisce e lavorate arrotolandole con le mani, ottenendo così dei grissini piuttosto grossolani.
  5. Disponete su una placca rivestita con carta forno e spennellate la parte a vista con l' albume.
  6. Cospargete la superficie con il composto ottenuto di pomodori e pistacchi, infornate in forno statico e preriscaldato a 180 C per circa 20 minuti o comunque fino a doratura.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Come Confezionare i Nostri Panettoni

Guide alla Cucina | 5 gennaio 2017 | By

Come Confezionare i Nostri Panettoni

Ed eccoci qua con i miei panettoni incartati e infiocchettati !!! 😊 Piccole idee, semplici e carine per vestire a festa anche loro. Naturalmente vengono prima incartati in degli appositi sacchetti trasparenti per alimenti. Divertitevi con i colori che più amate. Per alcuni ho utilizzato della carta da regalo, per altri ho preferito un tessuto, in questo caso sono dei teli cuciti a misura realizzati in casa con delle stoffe a mio piacimento. Quest’anno sembra andare di moda il panettone tovaglia, cioè incartato con una tovaglietta da thè, o una più grande per un tavolo da 4 persone. Idea molto simpatica che sicuramente affascina le sarte che come mia madre sono già all’ opera. Io poi, come vedete, ho chiuso con dei nastri più o meno larghi, e messo dei ciondoli come un fiore, delle palline, o qualsiasi altra cosa affinché la persona a cui regalo il panettone, possa appendere al suo albero. E allora ragazzi via con la fantasia !!!

 

1481824116097-225x300

1481824064779-1-225x3001481820738942-1-225x3001481839899749-225x3001481840035012-1-225x3001481820960785-3-225x300

Amaretti al Profumo di Arancia e Gocce di Cioccolato

 

Amaretti al Profumo di Arancia e Gocce di Cioccolato
Una dolce ricetta del pasticcere più amato dagli italiani: il maestro Luca Montersino. Questa rivisitazione di un grande classico della tradizione dolciaria, ha catturato e affascinato la mia attenzione. Così per queste feste ho voluto provare la ricetta di questi amaretti morbidi e profumatissimi. L'Amaretto è un pasticcino a base di pasta di mandorle, con aggiunta di zucchero, albume, mandorle dolci e mandorle amare. Ne esistono di due versioni; l'amaretto tipo Saronno, croccante e friabile, e l'amaretto tipo Sassello che io vi propongo, più morbido e simile al marzapane .
Write a review
Print
Ingredienti per circa 40 pz
  1. 345 g di Mandorle intere con la buccia o spelate
  2. 48 g di Mandorle Amare
  3. 375 g di Zucchero
  4. 108 g di Albumi a temperatura ambiente
  5. Scorza grattugiata di mezza Arancia
  6. Q. B. Di Gocce di Cioccolato Fondente
  7. Q.b. di Zucchero a Velo
Preparazione
  1. Se non avete comprato le mandorle già pelate, la prima cosa da fare è pelarle e possibilmente fare questa operazione il giorno prima così da far asciugare le mandorle in modo perfetto.
  2. In una pentola portate a bollore abbondante acqua, immergete le mandorle e lasciate in ammollo per qualche minuto. Provate a togliere la buccia a una mandorla e se si spela bene, togliete dal fuoco, scolate, versate su un panno pulito da cucina e con pazienza privatele della loro buccia.
  3. Se avete tempo e possibilità vi consiglio di adoperare la frutta secca lavorata con questo modo, il sapore finale vi ripagherà della vostra fatica.
  4. In un mixer raffinate i due tipi di mandorle fino ad ottenere una farina, aggiungete poi lo zucchero e raffinate insieme.
  5. Trasferite il composto in una ciotola e aggiungete l' albume poco per volta. Mescolate, unite la scorza di arancia grattugiata con le gocce di cioccolato e amalgamate bene tutti gli ingredienti. Coprite con della pellicola e fate riposare il composto in frigorifero per una notte intera.
  6. Trascorso il tempo adagiate su di un piano da lavoro con abbondante zucchero a velo e dategli la forma che più desiderate. Io ho fatto dei cilindri e tagliati poi a gnocchetto. Ripassateli in abbondante zucchero a velo, adagiateli su una placca rivestita di carta forno e cuocete a 250° C in forno statico e preriscaldato per circa 4/5 minuti. Sfornate e fate raffreddare completamente.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Lasagna Radicchio, Noci e Besciamella

 

Lasagna Radicchio, Noci e Besciamella
Una Lasagna insolita, diversa, adatta ai vostri pranzi più importanti. Abbinamento perfetto quello del radicchio con le noci e completo con la salsa di besciamella che dona un tocco di leggerezza e delicatezza. La tipologia del radicchio da utilizzare è il Trevigiano. Le foglie, elegantemente lanceolate, hanno germogli che tendono a curvarsi e chiudersi in punta. Di colore rosso, ha una nervatura principale bianca. Croccante, in bocca ha una lieve nota amarognola che scompare però sovrastata da una dolcezza sorprendente. Si trova in due varietà: precoce e tardivo. Il primo, quello da me utilizzato, possiede un cespo voluminoso e allungato, foglie più grosse e un sapore amaro più spiccato. Si raccoglie da settembre fino a fine novembre.
Write a review
Print
Ingredienti per 6 ps
  1. 500 g di Pasta per Lasagne già pronta
  2. 2 Cespi grandi di Radicchio Rosso di Treviso
  3. 1 Cipolla Bianca
  4. 75 g di Noci sgusciate
  5. Q.b. di Sale e pepe
  6. Q.b. di Olio e.v.o.
Per la Besciamella
Preparazione
  1. Preparate la salsa: mettete a scaldare in un pentolino il latte. A parte fate sciogliere a fuoco basso il burro, versate tutta in una volta la farina e continuando a mescolare sul fuoco fate cuocere fino a doratura. Togliete dal fuoco, aromatizzate il roux ottenuto con un pizzico di noce moscata e condite con sale. Versate ora poco latte bollente per stemperare il fondo, girate, riportate sul fuoco e mescolando con una frusta unite a filo il resto del latte. Cuocete fino a quando la salsa si sarà addensata e inizierà a bollire.
  2. Trasferite in una ciotola e coprite con pellicola a contatto per non far creare la pellicina. Portate a completo raffreddamento.
  3. Nel frattempo lavate, capate e tagliate finemente il radicchio e la cipolla. Riunite in una casseruola con dell'olio e condite di sale e pepe. Fate cuocere a fuoco medio.
  4. In un mixer versate le noci e tritatele grossolanamente.
  5. Portate a bollore abbondante acqua salata con un cucchiaio di olio e cuocete al dente la pasta della lasagna. Scolate e fate asciugare su un panno da cucina asciutto.
  6. Prendete ora una teglia da forno, versate sul fondo tre cucchiai di salsa e spalmatela su tutta la superficie. Adagiate le sfoglie di pasta, spalmate sopra la besciamella, cospargete il radicchio e poi le noci tritate.
  7. Continuate gli strati fino ad esaurimento degli ingredienti, tenendo conto che quello in superficie dovrà essere realizzato solo con la salsa e le noci.
  8. Infornate a 220 C in forno statico e preriscaldato fino a cottura.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/