Limone e Liquirizia

Terza Edizione Castle VEGetarian Festival a Sarzana 2017

Eventi | 27 luglio 2017 | By

Terza Edizione Castle VEGetarian Festival a Sarzana 2017

28-29-30 Luglio dalle 16:00 alle 20:00

 

Nella splendida Cittadella di Sarzana (La Spezia), tutto è pronto per la terza edizione del Castle VEGetarian Festival. Il 28, 29 e 30 luglio la località ligure tornerà a ospitare l’evento dedicato agli amanti del benessere, della salute, della musica e dell’arte. Per tre giorni consecutivi, i visitatori potranno curiosare fra i banchi di oltre 100 stand. Vi aspetta un percorso di degustazione e conoscenza della cucina vegetariana, inoltre assisterete ad una ricca proposta di street food con tante proposte particolari e originali.
Ospite per la serata di inaugurazione sarà Simone Salvini, uno dei pionieri dell’alta cucina vegetariana e vegana. Salvini metterà in scena uno showcoking sui generis, dove gli spettatori saranno invitati a scegliere gli ingredienti “a sorpresa” e passarli allo chef che dovrà inventare piatti sul momento e sfoderare così la sua creatività; e sarà proprio la Scuola di Cucina dello Chef Salvini, nel corso della, manifestazione, a seguire i sei showcooking in programma. Ci saranno poi diversi momenti dedicati alla presentazione di libri.
Ma il Castle VEGetarian Festival non sarà solo occasione di dibattito, buona cucina e cultura. Ogni giornata sarà rallegrata da artisti, danze e musicisti di ogni genere, che si esibiranno sul palco e per le vie del Castello. Inoltre workshop e laboratori gratuiti per grandi e piccini, corsi di danze orientali, musicoterapia, riequilibrio energetico, e tanti altri imperdibili eventi, completeranno i tre giorni di festa.

Risotto ai Fagiolini, Timo e Limone

Risotto ai Fagiolini, Timo e Limone
Si sa, con il Riso si possono realizzare una miriade di preparazioni sopraffine. Grazie all'assenza di glutine e alle sue qualità nutrizionali, è ancora oggi l'alimento principale di oltre la metà della popolazione mondiale. Qui lo trovate in una versione leggera, saporita e colorata. Ho utilizzato i fagiolini come ortaggio di stagione, abbinati a del timo e del limone. Un connubio perfetto e gradevole.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 360 g di Riso Carnaroli
  2. 180 g di Fagiolini
  3. 1 Spicchio di Aglio
  4. 45 g di Cipolla Fresca
  5. 60 g di Marsala Semi Secco
  6. 2 Rametti di Timo
  7. 1 Bustina di Zafferano in Polvere
  8. Q.b. di Brodo Vegetale
  9. Scorza Grattugiata di 1/2 Limone non trattato
  10. 1 Noce di Burro o due Cucchiai di Olio
  11. Q.b. di Olio e.v.o
  12. Q.b. di Sale e Pepe
Procedimento
  1. Portate abbondante acqua ad ebollizione su fuoco vivo, versate in pentola i fagiolini freschi, dopo averli lavati e mondati.
  2. Appena l'acqua riprende il bollore, abbassate la fiamma e fate cuocere i fagiolini a fuoco lento per circa 4 minuti, o finché non saranno diventati teneri, ma senza perdere la loro naturale croccantezza.
  3. Scolate i fagiolini e ripassateli in padella con olio, sale e uno spicchio di aglio in camicia. Fateli raffreddare per poi tagliarli a pezzettini da 1 cm circa di lunghezza.
  4. In una casseruola versate un filo di olio e la cipolla sbucciata e tritata finemente. Fate dorare su fuoco medio e poi aggiungete il riso. Tostate e sfumate con il Marsala.
  5. Aggiungete ora, poco alla volta, il brodo vegetale bollente al quale avrete fatto sciogliere lo zafferano. Quando il riso sarà arrivato quasi a fine cottura, unite i fagiolini, le foglie di timo e la scorza grattugiata del limone. Mescolate, regolate di sale, e mantecate con una noce di burro fredda di congelatore ( questo vi permetterà di ottenere un buon risotto all'onda ) o due cucchiai di olio e.v.o. Coprite la casseruola e lasciate riposare per qualche istante prima di servire.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Confettura di Albicocche, Pinoli e Vaniglia

Confettura di Albicocche, Pinoli e Vaniglia
Chi mi segue, ormai sa benissimo che amo conservare intatto tutto il sapore della frutta e per farlo è necessario che i tempi di cottura non siano eccessivi. Ma come è possibile fare questo se si utilizza poco zucchero e senza aggiunta di pectina ? Semplice....far macerare la frutta con gli zuccheri e gli aromi lì dove la ricetta la prevede. Durante la macerazione lo zucchero si impregna del succo della frutta, si ottiene così del liquido prima della cottura, e la loro texture è meglio conservata poi durante essa. Questa macerazione permette non solo di diminuire i tempi di cottura ma di conservare il gusto della frutta. Durante la cottura, lo zucchero si fonde e penetra dolcemente nella frutta per candirla. Questa alchimia permette di raggiungere l’equilibrio ideale per la sua conservazione.
Write a review
Print
Ingredienti
  1. 1 Kg di Albicocche Mature
  2. 200 g di Zucchero di Canna
  3. 300 g di Zucchero Semolato
  4. 50 g di Pinoli
  5. Semi di 1 Bacca di Vaniglia
Procedimento
  1. Togliete eventuali parti ammaccate o rovinate dalla frutta, lavate sotto acqua corrente e lasciate asciugare.
  2. Privatele ora del nocciolo, e tagliatele a pezzettini.
  3. Unite i due tipi di zucchero e i semi della vaniglia; mescolate, coprite con pellicola e fate riposare in frigo per almeno 4 ore ( l'ideale sarebbe una notte intera ).
  4. Versate le albicocche in una pentola di acciaio dal doppio fondo e ponete sul fuoco. Fate cuocere la confettura a fuoco basso e man mano togliete la schiuma che si forma in superficie. Quasi a fine cottura frullate leggermente con un mixer ad immersione e aggiungete i pinoli. Togliete dal fuoco. Per verificare se la confettura è pronta fate il test della goccia ( Mescolate la confettura con un cucchiaio di legno, poi estraetelo e lasciatelo raffreddare leggermente. Lasciate cadere una goccia di confettura sul piattino: se pronta la goccia sarà viscosa e faticherà a cadere dal cucchiaio. Se la marmellata scende velocemente significa che non è ancora pronta )
  5. Versate la confettura in vasetti precedentemente sterilizzati, chiudete, capovolgete e fate raffreddare.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Salsa alle Verdure per Crostini

Salsa alle Verdure per Crostini
Eccomi qua, con questa salsa tutta dedicata all'estate e alle sue meravigliose verdure. Non solo è ottima per realizzare delle bruschette calde e croccanti ma anche come condimento per un fresco primo piatto. E' mia usanza prepararla in abbondanza per poi conservala in piccoli barattoli sterilizzati e fatti bollire. Averla in dispensa è sempre utile; per una cena improvvisa o per una pasta veloce veloce.
Write a review
Print
Ingredienti per circa 8 barattoli da 150 ml
  1. 200 g di Carote
  2. 100 g di Coste di Sedano
  3. 220 g di Cipolla Dorata
  4. 400 g di Peperoni Rossi
  5. 10 Foglie di Basilico
  6. 500 g di Melanzane Viola
  7. 500 g di Zucchine
  8. 650 g di Pomodori Maturi
  9. Q.b. di Peperoncino Fresco
  10. Q.b. di Olio e.v.o
  11. Q.b. di Sale
Procedimento
  1. Lavate e asciugate accuratamente tutte le verdure.
  2. Spuntate le zucchine, tagliatele a metà nel senso della lunghezza e aiutandovi con uno scavino o un cucchiaio, togliete la parte centrale, troppo acquosa per la nostra ricetta.
  3. Staccate il picciolo verde alle melanzane e con l'aiuto di un pelapatate sbucciatele. Fate lo stesso con le carote.
  4. Occupatevi ora dei peperoni; Togliete la calotta, dividetelo in 4 parti, e con un coltellino asportate le nervature bianche interne e i semi. Scottate invece i pomodori in acqua bollente per circa un minuto, toglieteli dal recipiente con un mestolo forato e con un coltellino staccate la pelle. Per farlo agevolmente, partite dalla parte del picciolo e tirate verso il basso. Tagliate quindi i pomodori a metà nel senso della larghezza e, strizzandoli delicatamente con la punta delle dita, fate uscire gran parte dei semini.
  5. Tritate la cipolla, il sedano e le foglie di basilico. Tagliate ora a pezzettoni tutte le verdure, unitele in un mixer e lavorate fino ad ottenere un trito fine.
  6. In una padella versate abbondante olio di oliva e il peperoncino tagliato finemente, fate insaporire e versate le vostre verdure. Condite di sale, coprite e fate cuocere a fiamma media. A fine cottura il composto deve risultare ben asciutto.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Il Basilico

Guide alla Cucina | 15 luglio 2017 | By

Il Basilico

Principe degli Aromi in Cucina, per la sua intensa fragranza, il Basilico rappresenta una pianta dalle mille virtù curative. Fù importato dall’India grazie ad Alessandro Magno e i romani ne diffusero l’uso in tutta Europa.

Le sostanze in esso contenute; acqua, fibre, calcio, ferro, fosforo, magnesio, potassio, vitamine A, B, C, proteine, manganese, rame, sodio, zinco e sostanze dalla potente azione antimicrobica, ne fanno una pianta capace di agire su più apparati.

Antistress…. 

Il Basilico cura i disturbi causati dallo stress: emicrania, insonnia, vertigini, nervosismo.

Digestivo….

Per ottenere benefici sull’apparato digerente, oltre a berlo come infuso, aggiungetelo ai vostri piatti estivi, possibilmente crudo.

Lenitivo….

Se masticate fresche, le sue foglie, si rivelano, un ottimo antistaminico per curare le afte della bocca.  

Stimolante….

In forma di Olio essenziale, da “annusare” su un fazzoletto di carta per contrastare affaticamento, debolezza e come attizzatore della memoria e della concentrazione.

Infuso di Basilico:

30 g di foglie essiccate di basilico

100 ml di acqua

Versate in una tazza l’acqua bollente e le foglie di basilico, coprite e lasciate in infusione per almeno 10 minuti. Dolcificate a piacere e bevete l’infuso dopo i pasti o prima di coricarsi.

Come conservare il Basilico:

Surgelato: lavate e asciugate bene le foglie. Riponete delicatamente in un sacchetto e surgelate.

Sotto Sale: In un vasetto di vetro fate strati di foglie e sale. Attendete un mese prima di consumarle.

Sott’Olio: Immergete le foglie lavate e asciugate in un vasetto di vetro nell’olio di oliva. Coprite totalmente per evitare l’ insorgere di muffe.