Limone e Liquirizia

Melanzane al Sesamo

Melanzane al Sesamo
Le protagoniste di questo piatto sono proprio loro, le melanzane. E per far si che siano belle fresche, prima di comprarle occorre controllare che la parte con il picciolo non sia secca e sia bene attaccata al frutto. Non deve presentare ammaccature e la buccia deve essere ben tesa. Tonde o lunghe, chiare o scure, le melanzane hanno in comune la consistenza, tendenzialmente spugnosa, e il sapore che vira tra l’amaro e il piccante, a seconda della varietà. La buona quantità di fibre ne fa un ortaggio consigliato in caso di stipsi; ha virtù depurative e capacità diuretiche dovute anche alla grande quantità d’acqua che contiene. La buccia può essere consumata ed è una buona fonte di sostanze nutritive. Ecco perché in questa ricetta preferisco lasciarla e utilizzare melanzane striate che al palato sono meno amare e con una quantità di semi inferiore alle altre. Straordinariamente buone accompagnate da questa salsa realizzata con semi di sesamo e zenzero, altri ingredienti dalle grandi propietà.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 1200 g di Melanzane Striate
  2. 3 Rametti di Prezzemolo
  3. 2,5 g di Zenzero Fresco
  4. 20 g di Semi di Sesamo
  5. Q.b. di Olio e.v.o.
  6. Q.b. di Sale
Procedimento
  1. Lavate le melanzane e tagliatele per il lungo a fette di 1 cm di spessore. Cuocete su una piastra ben calda, possibilmente, girandole una sola volta.
  2. Nel frattempo in una padella versate i semi di sesamo e tostali su fiamma media. Trasferiteli in una ciotola e unite il prezzemolo lavato e tritato finemente, lo zenzero grattugiato, l’olio di oliva e del sale. Miscelate per amalgamare bene gli ingredienti.
  3. Una volta che le melanzane saranno cotte, adagiatele su di un piatto da portata e aiutandovi con un pennello da cucina irrorate con la l’olio aromatizzato. Servite calde.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Pesto di Zucchine Pistacchi Limone Menta e Pecorino

Pesto di Zucchine Pistacchi Limone Menta e Pecorino
Quando una ricetta ha come ingrediente una verdura, cerco sempre di realizzarla nella loro stagione di maturazione. Ebbene, questo è il periodo delle zucchine e io cercavo un valido sostituto del classico pesto al basilico. Lo ho realizzato per condire un primo piatto, ma a mio parere, è una salsa abbastanza versatile, la trovo ottima per delle bruschette o per accompagnare alcuni tipi di pesce. Si mantiene tranquillamente in frigo per alcuni giorni, abbiate solo l'accortezza di trasferirlo in un vasetto chiuso e coperto di olio. La menta e il limone conferiscono quel tocco di freschezza in bocca che rimane anche dopo terminato il boccone. Vi assicuro che il vostro primo piatto sarà ottimo, e se di vostro gradimento abbinate della pasta dai formati piccoli.
Write a review
Print
Ingredienti per circa 4 ps
  1. 230 g di Zucchine
  2. 20 g di Pistacchi
  3. 3 Foglioline di Menta
  4. Scorza Grattugiata di 1/2 Limone non Trattato
  5. 10 g di Pecorino Grattugiato Semi Stagionato
  6. 30 g di Olio e.v.o.
  7. Q.b. di Sale e Pepe
Procedimento
  1. Lavate e mondate le zucchine, quindi tagliatele nel senso della lunghezza in fette spesse circa 1/2 cm. Fate scaldare una griglia e disponete sopra le verdure, cuocetele per circa 5 minuti per lato.
  2. Trascorso il tempo, tagliatele a pezzettini e trasferitele in un bicchiere da mixer. Unite i pistacchi, le foglioline di menta, la scorza del limone, il pecorino e l'olio di oliva. Condite di sale e pepe e con un frullatore ad immersione riducete in un composto cremoso.
  3. Qualora dovesse risultare troppo denso aggiungete dell'altro olio o dell'acqua calda. Assaggiate e se ritenete opportuno aggiustate di sale e pepe.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Polpette di Ceci con Bulgur e Fave

Polpette di Ceci con Bulgur e Fave
Polpette a base di legumi, speziate e cotte al forno. Una volta preparate verranno ricoperte di semi di sesamo che tostandosi durante la cottura donano croccantezza a questa gustosissima pietanza. Ho realizzato due versioni; una con le fave cotte e poi private della loro pellicina esterna, l'altra utilizzando invece solo le pellicine delle fave e lasciando i legumi per altre ricette. Entrambe buonissime, da fare e da provare. E' un piatto dalle mille versioni, potete servirlo come antipasto, come secondo piatto accompagnato da una verdura, munite di uno stecchino per un aperitivo o un buffet, e per finire adatto nelle cene dedicate ai vostri amici vegani o vegetariani.
Write a review
Print
Ingredienti per circa 20 pz
  1. 120 g di Bulgur
  2. 250 g di Ceci
  3. 230 g di Fave Fresche ( lessate e private della pellicina esterna, oppure potete utilizzare la stessa quantità della sola pellicina )
  4. 2 Rametti di Prezzemolo
  5. 1 Spicchio di Aglio
  6. 70 g di Cipolla Dorata
  7. 1 Pizzico di Curcuma
  8. 1 Pizzico di Curry
  9. 1 Pizzico di Paprika dolce
  10. 1 Piccolo Pezzetto di Zenzero Fresco
  11. Q.b. di Olio e.v.o
  12. Q.b. di Sale e Pepe
  13. Q.b. di Semi di Sesamo
Procedimento
  1. Per la preparazione di queste polpette è necessario partire dai ceci essiccati e procedere al loro ammollo in acqua fredda per circa 12 ore. Una volta trascorso il tempo dell'ammollo trasferiteli in una pentola coperti di acqua e portateli a cottura insieme ad un mazzetto di odori. Salvia, rosmarino ed alloro che avrete ben legato con dello spago da cucina.
  2. Nel frattempo preparate le fave; Pulite i legumi sgranandole e sciacquandole sotto l’acqua corrente. In una pentola, portate a bollore abbondante acqua salata e tuffate al suo interno le fave. Portate a cottura, scolate e appena saranno tiepide privatele delle pellicine esterne. A questo punto potete decidere di utilizzare, per la quantità richiesta della ricetta, o le fave o solo le pellicine esterne, lasciando magari i legumi per un'altra ricetta.
  3. Cuocete ora il bulgur in acqua salata come indicazioni riportate sulla confezione. Scolate e trasferite in una padella capiente con qualche cucchiaio di olio. Unite il prezzemolo, la cipolla e lo spicchio di aglio tritati finemente, lo zenzero grattugiato e il resto degli ingredienti tranne i semi di sesamo. Condite di sale e pepe e lasciate andare su fiamma media per qualche minuto.
  4. Passate il composto al mixer fino a ridurre in crema, coprite e lasciate raffreddare completamente in frigorifero. Aiutandovi con i palmi delle mani bagnate, formate le vostre polpettine e passatele nei semi di sesamo facendoli aderire bene. Adagiate su una placca rivestita di carta forno e cuocete a 200°C per circa 40 minuti o comunque fino a doratura.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Friselle Integrali

Friselle Integrali
Le Friselle sono una ricetta tipica delle specialità Pugliesi. Solitamente sono realizzate con farina di grano duro ma in questa ricetta le trovate nella versione integrale. E' un Tarallo croccante, cotto al forno, tagliato a metà in senso orizzontale e fatto biscottare nuovamente al forno. Si mantengono per molto tempo chiusi in semplici sacchetti di plastica e solitamente vengono leggermente bagnati con acqua fredda prima di assaporarli. Io li preferisco così al naturale belli croccanti. Sono un'ottima alternativa al pane o una squisita cena nelle serate estive condite con vari ingredienti, seguendo i nostri gusti. Qui troverete un condimento a base di pomodorini, fave e peperone giallo.
Write a review
Print
Ingredienti per circa 24 Friselle
  1. 500 g di Farina Integrale
  2. 500 g di Farina di Farro
  3. 500 ml di Acqua
  4. 100 ml di Olio e.v.o
  5. 25 g di Lievito Compresso
  6. 10 g di Sale
  7. 1 Cucchiaino di Zucchero
Ingredienti per il condimento di 4 Friselle
  1. 280 g di Pomodori Datterini
  2. 40 g di Cipolla Rossa
  3. 80 g di Peperone Giallo
  4. 80 g di Fave Lessate e private della Buccia
  5. Q.b. di Origano
  6. Q.b. di Olio e.v.o
  7. Q.b. di Sale
Preparazione
  1. In un contenitore sciogliete il lievito in poca acqua tiepida e unite lo zucchero, fate riposare per 20 minuti.
  2. Miscelate le farine in una ciotola o nella planetaria con gancio, iniziate ad impastare aggiungendo l'olio di oliva, il lievito a filo e la restante acqua. Lavorate fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo e solo alla fine unite il sale. Trasferite il composto in una ciotola leggermente oliata, coprite con un panno pulito da cucina e fate lievitare fino al raddoppio ( un'ora e mezza circa ).
  3. Trascorso il tempo dividete l'impasto in pezzi uguali da 150 g l'uno e realizzate delle palline che farete lievitare per altri 15 minuti.
  4. Con le mani formate ora dei filoncini con una lunghezza di circa 18 cm e lasciate riposare ancora per un'ora circa. Chiudete poi a ciambella i vostri filoncini.
  5. Adagiate su una teglia ricoperta di carta forno, fate lievitare per un'altra ora e cuocete in forno preriscaldato a 200°C per circa 10/15 minuti.
  6. Sfornate, fate raffreddare, tagliate a metà in senso orizzontale e cuocete di nuovo in forno a 180°C per i primi 30 minuti e poi abbassate la temperatura a 140° per altri 30 minuti.
  7. Preparate il condimento; Lavate e mondate le verdure. Tagliate a piccoli cubetti il peperone, la cipolla e i pomodorini. Riunite in una ciotola e aggiungete le fave. Condite di olio, sale e origano. Mescolate per amalgamare gli ingredienti e dividete il composto ottenuto per farcire le vostre friselle.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Focaccia Integrale con Patate e Yogurt

Focaccia Integrale con Patate e Yogurt
A chi non piace la Focaccia !!! Mangiata a pezzetti, imbottita con affettato, a strisce per accompagnare un aperitivo, a quadretti con del formaggio per un Finger Food, al posto del pane per un pin-nic o un giorno in spiaggia........insomma sta bene ovunque e con ogni cosa. Qui una versione diversa dal solito, realizzata con farina per metà integrale e arricchita con patate e resa sofficissima grazie all'aggiunta dello yogurt. Potete utilizzare anche le patate arrosto avanzate dal pranzo della domenica.
Write a review
Print
Ingredienti per due stampi da 28 cm di diametro
  1. 750 g di Farina Integrale
  2. 750 g di Farina Tipo 3
  3. 600 g di Patate Lesse
  4. 25 g di Lievito Compresso
  5. 1 Cucchiaino di Sale
  6. 5 Cucchiai di Olio e.v.o
  7. 250 g Yogurt Magro Bianco
  8. 1/2 Lt. di Latte Fresco
  9. 300 Ml. circa di Acqua
  10. Q.b. di Sale Grosso
  11. Q.b. di mix di semi ( lino, sesamo, papavero e girasole )
  12. 1 Grappolo di Pomodori Pachino
  13. Qualche Foglia di Basilico
Procedimento
  1. Lavate le patate per eliminare il terriccio residuo e assicuratevi di aver tolto i tuberi inverditi visto che contengono un alcaloide tossico per l'essere umano. Cercate di utilizzare tuberi della stessa grandezza altrimenti la cottura non risulterà uniforme. Immergete le patate in un tegame capiente pieno d’acqua fredda e leggermente salata. Portate a bollore rapidamente per poi abbassare la fiamma e portate a cottura. Scolate, pelatele e fate raffreddare. Trascorso il tempo tagliatele a piccoli cubetti.
  2. In una ciotola o nella planetaria miscelate le farine e il sale fino, aggiungete il lievito sbriciolato, l'olio di oliva, lo yogurt e il latte. Iniziate ad amalgamare e versate gradualmente l'acqua, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Unite ora le patate e lavorate delicatamente per amalgamarle all'impasto.Trasferite il composto in una terrina oliata, coprite con un panno pulito da cucina e fate lievitare fino al raddoppio.
  3. Trascorso il tempo, prendete l'impasto in mano , sgonfiatelo leggermente per togliere l'aria, dividetelo a metà e adagiatelo su due stampi dal diametro di 28 cm. Stendete con le mani, coprite e lasciate lievitare ancora per circa 1ora.
  4. Scoprite l'impasto e formate con le dita dei buchi in superficie, spennellate con olio e spolverizzate generosamente con il mix di semi e del sale grosso. Al centro adagiate il grappolo di pomodorini, coprite ancora e fate lievitare di nuovo per 30 minuti.
  5. Cuocete in forno preriscaldato a 200°C per circa 20/25 minuti o comunque fino a quando la superficie non risulti dorata. Sfornate e fate raffreddare completamente prima di servire. Decorate con qualche fogliolina di basilico fresco.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/