Limone e Liquirizia

Segnaposto Natalizi con le Mele

Segnaposto Natalizi con le Mele
Deliziosi segnaposto per la vostra tavola natalizia. Colorati, di effetto e semplici da realizzare. Scegliete delle belle mele dal colore rosso intenso, di una dimensione idonea e soprattutto che abbiano una forma adatta con la capacità di restare perfettamente dritte. Vedrete lo stupore dei vostri ospiti.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 Segnaposto
  1. 4 Mele Rosse
  2. 250 g di Zucchero Semolato
  3. 125 g di Glucosio
  4. 50 g di Acqua
  5. Q.b. di Colorante Rosso in Gel
  6. Q.b. di Pasta di Zucchero
Vi occorre inoltre
  1. Stampini a Forma di Stella
  2. Nastro Rosso
  3. Bastoncini di Legno o Plastica
  4. Pennarello Nero
Procedimento
  1. Prendete la pasta di zucchero e adagiate su di un piano da lavoro spolverizzato di zucchero a velo. Con l'aiuto di un matterello stendete fino a raggiungere lo spessore di 2-3 mm. Realizzate le vostre decorazioni con gli appositi stampini. Per quanto riguarda le piccole palline, io ho utilizzato una cannuccia, ho premuto sulla pasta e poi dal lato opposto ho soffiato per farla fuoriuscire. Lasciate all'aria senza coprirle in modo da farle seccare.
  2. Lavate e asciugate le mele. In un pentolino miscelate lo zucchero, il glucosio, l'acqua e il colorante in gel. Portate su fuoco a fiamma media fino a raggiungere la temperatura di 120°C. Spegnete e togliete dai fuochi.
  3. Nel frattempo staccate il picciolo alle mele e infilzatele con un bastoncino.
  4. Quando lo sciroppo avrà raggiunto la temperatura di 105°C, prendete le vostre mele e ruotatele nel caramello. Adagiatele su una placca rivestita di carta forno. Attenzione a non immergere le mele ad una temperatura diversa, se più alta si creeranno delle bolle, se più bassa, si accumulerà troppo caramello intorno alla vostra frutta. Lasciate raffreddare e riposare per almeno 1 ora e 1/2. Solo quasi alla fine attaccate le vostre decorazioni. Con un pennarello scrivete i nomi dei commensali sulla stella che andrete ad attaccare tramite colla a caldo sul bastoncino. Rifinite con un nastrino rosso.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Mostarda di Fichi e Pomodori Verdi

Mostarda di Fichi e Pomodori Verdi
Buongiorno carissimi, oggi vi propongo una Mostarda di Pomodori Verdi e Fichi. Ideale per accompagnare formaggi stagionati e freschi, come ad esempio una ricotta leggermente condita con zucchero e profumata con cannella. Siamo alla fine dell'estate, l'albero di fichi sta dando i suoi ultimi frutti e nell'orto i pomodori verdi rischiano di non maturarsi o di ammalarsi con la tanta pioggia di questi giorni. Così, in cucina, sulla mia fruttiera preferita, mi sono trovata questi due prodotti da dover utilizzare. Largo alla fantasia e alla voglia di creare sapori nuovi. Ebbene amici, è qualcosa di divino, qualcosa che ti riempie il palato, una chicca da regalare in previsione delle feste, o qualcosa di unico da servire nelle nostre cene invernali.
Write a review
Print
Ingredienti
  1. 2 Kg di Fichi Bianchi
  2. 1,5 Kg di Pomodori Verdi
  3. 800 g di Zucchero Semolato
  4. Succo di 3 Limoni non Trattati
  5. Scorza di 2 Limoni non Trattati
  6. 3 Cucchiaini Rasi di Senape in Polvere
Preparazione
  1. Lavate delicatamente i pomodori verdi e i fichi bianchi sotto acqua fredda corrente per poi asciugarli con un panno da cucina. Con un coltello affilato privateli del picciolo. Tagliate quindi a metà i pomodori verdi e togliete la polpa con i semi all'interno. Riduceteli a piccole striscioline per il senso della lunghezza e riponete in una pentola capiente. Dividete i Fichi in 4/6 spicchi a secondo della loro grandezza e uniteli ai pomodori. Aggiungete lo zucchero e il succo dei limoni. Mescolate, coprite con pellicola e lasciate macerare in frigo per una notte intera.
  2. La mattina seguente, ponete su fuoco basso e portate ad ebollizione. Da questo momento fate cuocere per circa 1 ora girando spesso la composta, aggiungete ora la scorza dei due limoni tagliata a julienne e proseguite la cottura fino a quando la mostarda avrà raggiunto un colore brunito e i pomodori saranno leggermente caramellati.
  3. Versate ora all'interno la senape in polvere, girate velocemente e togliete dal fuoco. Aiutandovi con un piccolo colino a maglia fine, cercate di togliere dalla superficie più semi dei fichi possibili.
  4. Versate ancora bollente in vasi sterilizzati, chiudete, capovolgete, affinché avvenga il sottovuoto e lasciate raffreddare.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Confettura di Albicocche, Pinoli e Vaniglia

Confettura di Albicocche, Pinoli e Vaniglia
Chi mi segue, ormai sa benissimo che amo conservare intatto tutto il sapore della frutta e per farlo è necessario che i tempi di cottura non siano eccessivi. Ma come è possibile fare questo se si utilizza poco zucchero e senza aggiunta di pectina ? Semplice....far macerare la frutta con gli zuccheri e gli aromi lì dove la ricetta la prevede. Durante la macerazione lo zucchero si impregna del succo della frutta, si ottiene così del liquido prima della cottura, e la loro texture è meglio conservata poi durante essa. Questa macerazione permette non solo di diminuire i tempi di cottura ma di conservare il gusto della frutta. Durante la cottura, lo zucchero si fonde e penetra dolcemente nella frutta per candirla. Questa alchimia permette di raggiungere l’equilibrio ideale per la sua conservazione.
Write a review
Print
Ingredienti
  1. 1 Kg di Albicocche Mature
  2. 200 g di Zucchero di Canna
  3. 300 g di Zucchero Semolato
  4. 50 g di Pinoli
  5. Semi di 1 Bacca di Vaniglia
Procedimento
  1. Togliete eventuali parti ammaccate o rovinate dalla frutta, lavate sotto acqua corrente e lasciate asciugare.
  2. Privatele ora del nocciolo, e tagliatele a pezzettini.
  3. Unite i due tipi di zucchero e i semi della vaniglia; mescolate, coprite con pellicola e fate riposare in frigo per almeno 4 ore ( l'ideale sarebbe una notte intera ).
  4. Versate le albicocche in una pentola di acciaio dal doppio fondo e ponete sul fuoco. Fate cuocere la confettura a fuoco basso e man mano togliete la schiuma che si forma in superficie. Quasi a fine cottura frullate leggermente con un mixer ad immersione e aggiungete i pinoli. Togliete dal fuoco. Per verificare se la confettura è pronta fate il test della goccia ( Mescolate la confettura con un cucchiaio di legno, poi estraetelo e lasciatelo raffreddare leggermente. Lasciate cadere una goccia di confettura sul piattino: se pronta la goccia sarà viscosa e faticherà a cadere dal cucchiaio. Se la marmellata scende velocemente significa che non è ancora pronta )
  5. Versate la confettura in vasetti precedentemente sterilizzati, chiudete, capovolgete e fate raffreddare.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Insalata Fresca di Anguria

Insalata Fresca di Anguria
Una Fresca, Dietetica ma soprattutto Gustosissima Insalata di Anguria. Non vi nascondo il fatto che inizialmente, mentre la pensavo, ero alquanto scettica. Poi, al primo boccone le mie pupille hanno iniziato a fare festa, ed ora da qualche giorno a questa parte,ne mangio in grande abbondanza. Da gustare come contorno, soprattutto se abbinata al pesce, ma stupenda e colorata per aperitivi, antipasti e finger food. Magari servita in piccoli bicchieri come da foto. L'unica accortezza da avere è che l'aceto balsamico tende a scurire la vostra anguria, per tanto se servita in occasioni particolari vi consiglio di sostituire l'aceto balsamico con aceto di vino bianco.
Write a review
Print
Ingredienti per 6 Piccoli Bicchieri
  1. 320 g di Anguria
  2. 50 g di Feta
  3. 8 Pz. di Olive Nere Denocciolate
  4. 75 g di Cipolla Rossa
  5. 80 g di Pomodoro Cuore di Bue
  6. 20 g di Insalata Gentile
  7. Q.b. di Olio e.v.o e Aceto Balsamico
  8. Q.b. di Sale
Procedimento
  1. Dividete l'Anguria a fette, togliete i semi e poi riducete a piccoli tocchetti.
  2. Trasferite in una insalatiera. Lavate e asciugate il Pomodoro con l'Insalata; tagliate sottilmente quest'ultima e a piccoli cubetti il pomodoro. Tritate finemente la cipolla e riducete a piccoli pezzetti la feta. Unite tutti gli ingredienti, comprese le olive alla vostra anguria. Mescolate delicatamente per amalgamare gli ingredienti, condite con olio, sale e aceto balsamico.
  3. Servite subito.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Confettura di Albicocche

Confettura di Albicocche
La confettura di Albicocche è indubbiamente una delle mie preferite. Mi piace gustarla ovunque, sulle crostate, nei cornetti, sulle fette biscottate a colazione, e a volte quando ho voglia di dolce mi basta aprire il barattolo, immergere un cucchiaino e dare gioia al mio palato. Queste mi sono state regalate da una mia amica e devo dire che erano particolarmente belle e naturalmente bio. Una confettura semplice, che racchiude tutto il sapore di questo frutto baciato dal sole.
Write a review
Print
Ingredienti
  1. 1 Kg di Albicocche
  2. 300 g di Zucchero Semolato
Procedimento
  1. Togliete eventuali parti ammaccate o rovinate dalla frutta, lavate sotto acqua corrente e lasciatele asciugare.
  2. Privatele ora del nocciolo, e tagliatele a pezzettini.
  3. Unite lo zucchero; mescolate, coprite con pellicola e fate riposare in frigo per almeno 4 ore.
  4. Versate le albicocche in una pentola di acciaio dal doppio fondo e ponete sul fuoco. Fate cuocere la confettura a fuoco basso e man mano togliete la schiuma che si forma in superficie. A fine cottura, verificate facendo il test della goccia ( Mescolate la confettura con un cucchiaio di legno, poi estraetelo e lasciatelo raffreddare leggermente. Lasciate cadere una goccia di confettura sul piattino: se pronta la goccia sarà viscosa e faticherà a cadere dal cucchiaio. Se la marmellata scende velocemente significa che non è ancora pronta ) frullate leggermente con un mixer ad immersione in modo tale da lasciare qualche pezzetto di frutta intera.
  5. Versate la confettura in vasetti precedentemente sterilizzati, chiudete, capovolgete e fate raffreddare.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/