Limone e Liquirizia

Panini Colorati

 

 

 

 

 

Panini Colorati
Eccomi qua Amici alle prese con un rinfresco da realizzare per un buffet di lavoro. Cercavo un idea simpatica e originale, così sono nati questi panini colorati. Piccole delizie al latte, morbidi e profumati. Ho utilizzato del concentrato di pomodoro per quelli rossi, del nero di seppia per quelli neri e delle foglie di basilico per quelli verdi. Ho poi riempito cercando di associare i sapori in base all'ingrediente utilizzato. Ho quindi messo del burro, salmone e cavolo rosso condito con olio e sale nei neri. Utilizzato invece maionese, melanzane arrosto, pomodori secchi e pecorino semi stagionato per quelli rossi. Infine i verdi li ho riempiti con maionese, una foglia di insalata e una frittata alle erbe. Vi assicuro che sono stati molto graditi, sia per la loro bellezza, che per la loro bontà !!!
Write a review
Print
Ingredienti
  1. 1 kg di Farina 00
  2. 200 g di Latte
  3. 300 g di Acqua
  4. 180 g di Olio di Semi di Girasole
  5. 25g di Lievito di Birra
  6. 40 g di Zucchero
  7. 2 Cucchiaini di Miele
  8. 20 g di Sale
  9. Q.b. di Concentrato di Pomodoro
  10. Q.b. di Nero di Seppia
  11. Q.b. di Foglie di Basilico
  12. Tuorlo di Uovo e Latte per spennellare
Procedimento
  1. Scaldate leggermente il latte e fate sciogliere al suo interno il lievito di birra. In una planetaria o su di un piano da lavoro setacciate la farina, e iniziando ad impastare unite l’acqua, il latte con il lievito, l’olio di semi, lo zucchero, il miele e per ultimo il sale. Lavorate l’impasto fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Trasferite in una ciotola precedentemente oliata, coprite con un panno pulito da cucina e fate lievitare fino al raddoppio. Trascorso il tempo, rovesciate il vostro impasto su di un piano da lavoro e dividetelo in tante pezzature di pari peso. Io ho realizzato pezzature da 40 g . Formate delle palline e adagiate su una placca rivestita di carta forno. Coprite e fate nuovamente lievitare. Infornate a 180° C in forno preriscaldato per circa 10 minuti. Nel frattempo miscelate il tuorlo di uovo con poco latte e spennellatelo sulla superficie dei panini appena sfornati. Il procedimento per realizzare i panini colorati è lo stesso, va semplicemente aggiunto all’impasto in fase finale, del concentrato di pomodoro per quelli rossi, del nero di seppia per i neri e delle foglie di basilico frullate nel latte per quelli verdi ( in questo caso il lievito verrà sciolto in acqua ). Li ho poi riempiti tenendo conto del gusto dell' impasto;
  2. I neri insaporiti col nero di seppia li ho spalmati con del burro e riempiti con salmone e cavolo rosso condito con olio e sale. Sulla superficie ho spolverizzato dei semi di sesamo.
  3. I rossi insaporiti con il concentrato di pomodoro li ho spalmati con poca maionese e riempiti con una fettina di melanzana arrosto e condita con olio e prezzemolo tritato finemente, un pezzetto di pomodoro secco sott'olio e una fettina di pecorino semi stagionato. In questo caso ho spolverizzato con semi di papavero.
  4. I verdi insaporiti invece con foglie di basilico li ho spalmati con maionese, inserito una foglia di insalata e una adeguata porzione di frittata alle erbe. In questo caso sulla superficie ho messo dei semi di lino.
  5. I bianchi, quindi fatti con l'impasto base li ho riempiti con dello stracchino e una fetta di prosciutto crudo ben stagionato. Nella parte superiore ho adagiato dei semi di girasole.
  6. Ho poi utilizzato dei stecchini per fermarli e serviti su un vassoio da portata.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Muffin Salati con Strigoli e Pecorino

 

Muffin Salati con Strigoli e Pecorino
Gli Strigoli, stridoli o shioppettini sono delle piante spontanee che crescono in tutta Italia e si utilizzano principalmente per condire la pasta, o come ingrediente principale per risotti o frittate. Vengono chiamati in questo modo, sia per i suoi fusti che se stretti tra le dita emettono uno stridio, sia per i suoi fiori a forma di palloncino che se schiacciati emettono il suono di un leggero scoppio. Apportano un buon contenuto di Vitamina C e un elevata quantità di sali minerali e fenoli. Come al solito non sono andata sul classico ma ho preferito utilizzarli in questa ricetta di muffin salati. Soffici, appetitosi e invitanti, hanno un gusto straordinario. Potete abbinarli a salumi e formaggi, o semplicemente mangiarli da soli. Naturalmente spazio alla vostra creatività e fantasia, nel realizzarli con altri tipi di verdure a vostro piacimento.
Write a review
Print
Ingredienti per 8 Muffin
  1. 210 g di Farina
  2. 140 g di Strigoli
  3. 2 Salsicce Fresche di Maiale
  4. 70 g. di Pecorino Romano Grattugiato
  5. 3 Uova
  6. 1 Bustina di Lievito per Torte Salate
  7. 120 ml di Latte Parzialmente Scremato
  8. 60 g di Olio e.v.o
  9. Q.b. di Sale e Pepe
  10. Vi occorrono inoltre 8 stampini da muffin
Procedimento
  1. Lavate e scottate gli Strigoli in acqua bollente, scolate e strizzate accuratamente per togliere l'acqua in eccesso. Condite con olio, sale e pepe.
  2. Spellate le salsicce, tritate finemente e cuocete in una padella con un filo di olio.
  3. Sgusciate le uova in una ciotola, unite la farina setacciata con il lievito, l'olio, il latte e il pecorino grattugiato. Mescolate per amalgamare tutti gli ingredienti, unite gli strigoli con le salsicce e aggiustate di sale.
  4. Versate il composto negli stampini da muffin leggermente oliati e infornate in forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti.
  5. Sfornate e fate raffreddare.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Pane alla Noci e Fichi Secchi

 

 

Pane alle Noci e Fichi Secchi
Eccoci giunti al weekend, e questo per me significa più tempo da dedicare alla mia passione. Avevo voglia di fare il pane, ma un pane diverso. E così ho aperto la mia credenza, guardato al suo interno e visto che avevo pacchi di farina aperti, fichi secchi e noci da consumare. Il risultato ? un pane delizioso, da rifare e da presentare di sicuro per una cena con ospiti.
Write a review
Print
Ingredienti
  1. 700 g di Farina di Grano Duro
  2. 300 g di Farina integrale con Cereali
  3. 200 g di Fichi Secchi
  4. 70 g di Gherigli di Noci
  5. 25 g di Lievito di Birra
  6. 1 Cucchiaio di Sale Fino
  7. 2 Cucchiai di Olio e.v.o
  8. 300 g di Latte Parzialmente Scremato
  9. 1 Cucchiaino di Zucchero
  10. Q.b. di Acqua
Preparazione
  1. In un bicchiere fate sciogliere il lievito e lo zucchero nel latte appena tiepido e fate riposare per 20/25 minuti.
  2. Nel frattempo tagliate a piccoli cubetti i fichi secchi e i gherigli di noci in modo grossolaneo.
  3. In una planetaria o su un piano di lavoro miscelate le farine al sale e aggiungete i due cucchiai di olio e.v.o.
  4. Iniziate ad impastare e gradualmente unite il latte con il lievito. Se necessario aggiungete dell'acqua e impastate fino ad ottenere una massa liscia ed omogenea. Trasferite l'impasto in una ciotola leggermente oliata e coprite con un panno da cucina. Lasciate lievitare fino al raddoppio.
  5. A lievitazione avvenuta rovesciate l'impasto sul piano di lavoro infarinato, sgonfiate leggermente e fate due giri di pieghe a tre ogni 30 minuti, coprendo ogni volta a campana con una ciotola. Dividete ora la massa in due parti di uguale peso, e dategli la forma che desiderate.
  6. Adagiate su una placca rivestita con carta da forno e coprite per l'ultima lievitazione. Praticate dei tagli sulla superficie, oltre che per una funzione estetica, permettono al pane di sviluppare e crescere durante la cottura senza crepare al lati o di sotto. Vanno fatti su una superficie non troppo molle, perciò è meglio lasciare all’aria il pane nell’ultima fase della lievitazione in modo che si formi la pelle. Cuocete in forno preriscaldato a 230° C per i primi 15 minuti, abbassate poi a 180° C per altri 30/35 minuti circa.
  7. Sfornate e fate raffreddare su una griglia.
  8. E' ovvio che i tempi di lievitazione saranno variabili in base alla temperatura esterna ( quella ideale è di circa 28° C che possiamo raggiungere nel forno con luce accesa) e quelli di cottura in base alla pezzatura e al tipo di forno.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Pizza di Pasqua al Formaggio

 

 

 

 

Pizza di Pasqua al Formaggio
La Pizza di Pasqua al Formaggio è una leccornia tipica delle regioni Umbria e Marche. E' nostra usanza mangiarla a colazione per la mattina della Santa Pasqua, insieme a salumi, formaggi e cioccolata. Insomma un pasto leggero leggero per iniziare la giornata. In genere però si prepara qualche giorno prima, così come per la colomba, in modo da permettere a tutti gli ingredienti di amalgamarsi bene.
Write a review
Print
Ingredienti per una pizza da 1 Kg
  1. 375 g di Farina 0 ( io Petra 1 )
  2. 125 g di Farina Manitoba
  3. 200 g circa di Latte Fresco
  4. 2 Uova
  5. 20 g di Lievito di Birra
  6. 50 g di Olio di Semi di Girasole
  7. 30 g di Vino Bianco Secco
  8. 35 g di Parmigiano Grattugiato
  9. 20 g di Pecorino Romano Grattugiato
  10. 4 g di Sale
  11. 3 g di Pepe Nero macinato
  12. 1 Cucchiaino di Zucchero
  13. 100 g di Pecorino Semi Stagionato
  14. 110 g di Caciotta
  15. 60 g di Groviera
  16. Un tuorlo e poco Latte per lucidare
Procedimento
  1. Fate sciogliere il lievito in poco latte tiepido e aggiungete il cucchiaino di zucchero. Lasciate riposare per circa 15 minuti.
  2. Nella ciotola della planetaria o su di un piano da lavoro, setacciate le due farine, unite le uova ed iniziate a lavorare. Aggiungete i seguenti ingredienti uno alla volta; il lievito, l' olio di semi, il vino bianco, il latte, sale e pepe, parmigiano e pecorino grattugiato, e infine i restanti formaggi tagliati a dadini. Impastate fino ad ottenere un composto morbido, liscio ed omogeneo. Naturalmente la percentuale del latte può variare in base al tipo di farina che viene utilizzata.
  3. Trasferite il vostro impasto in una ciotola leggermente oliata e coprite con un panno pulito da cucina. Riponete in forno con solo la luce accesa per circa 1 ora.
  4. Trascorso il tempo, rovesciare l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata, appiattitelo delicatamente con i polpastrelli delle dita e fate un giro di pieghe a tre. Per chi non sapesse il significato proverò a spiegare a parole il procedimento, vi consiglio comunque, di vedere sul web qualche video a riguardo. Questa operazione non è obbligatoria, ma ci permette di favorire la lievitazione consentendogli di svilupparsi in altezza, migliorare la struttura della maglia glutinica, e ottenere un’alveolatura finale migliore.
  5. Mentalmente dividete il vostro impasto in tre parti uguali, portare la parte superiore del rettangolo verso la metà (quindi, verso il centro), schiacciando per far fuoriuscire delicatamente i gas di lievitazione. Portare la parte inferiore verso il centro, sovrapponendolo sul precedente lembo. Si otterrà un rettangolo più ristretto e di maggiore spessore, che gireremo di 90°. Allargare leggermente il rettangolo per appiattirlo e ripetere l’operazione come descritta sopra.
  6. Girare l’impasto stratificato in modo che la chiusura delle pieghe si trovi sotto, e pirlarlo, cioè arrotondare l’impasto con i palmi delle mani, rincalzando i lembi verso il basso. Copritelo a campana con una ciotola, e fate riposare per trenta minuti, procedete poi ad un nuovo giro di pieghe a tre. A questo punto adagiate la vostra pasta nell'apposito stampo o come me nei classici pirottini da panettone. Coprite con pellicola e mettete a lievitare in forno con solo la luce accesa, fino a quando l'impasto non sarà arrivato a un centimetro dal bordo dello stampo.
  7. Miscelate il tuorlo d'uovo con poco latte, e aiutandovi con un pennello, spennellate la superficie della pizza. Infornate a 180°C in forno preriscaldato per circa 40/45 minuti. Non mi stancherò mai di dire che il tempo di cottura varia in base alla tipologia del nostro forno, per tanto controllate e fate sempre la prova stecchino. Se la superficie in cottura tende a scurirsi troppo, coprite con fogli di carta da cucina.
  8. Sfornate, fate raffreddare completamente e chiudete in sacchetti di plastica per alimenti.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Pane all’ Aneto e Fiocchi di Latte

 

 

Pane all'Aneto e Fiocchi di Latte
Ragazzi.....non potete capire il profumo che ho in casa !!!.....e dopo averlo assaggiato vi assicuro che questo profumo lo sentirò molto, ma molto più spesso !! 😊 Ho subito pensato al connubio con un formaggio fresco, ho aperto il frigo, spalmato dello stracchino e......Goduriaaaaaa !!!! 😂 L' Aneto o detto anche Finocchio selvatico è uno degli aromi che più preferisco. Ottimo per condire carni bianche come il coniglio o per delle patate cotte in padella con olive nere e pancetta. In primavera, potete raccoglierlo e conservarlo mettendolo semplicemente in dei barattoli di vetro chiusi e riposti in congelatore. In questo modo all'occorrenza basterà prelevarlo per il necessario e avrete un Aneto come appena raccolto.
Write a review
Print
Ingredienti per uno stampo da plum-cake da 28 cm circa
  1. 500 g di Farina Petra 1
  2. 200 g di Fiocchi di Latte
  3. 20 g di Lievito di Birra
  4. 1 Cucchiaio raso di Zucchero
  5. ½ Cipolla Dorata
  6. 1 Cucchiaino raso di Sale Fino
  7. 1 Cucchiaio raso di Bicarbonato
  8. 1 Cucchiaio di Semi di Finocchio
  9. 1 Uovo Intero
  10. 10 g di Olio e.v.o.
  11. Circa 230 ml di Acqua
  12. Q.b. di Aneto Fresco
  13. Q.b. di Sale Grosso
Procedimento
  1. Sciogliete il lievito in 50 ml di acqua. Sbucciate e tritate finemente la cipolla. In una terrina o nella ciotola di una planetaria mescolate i fiocchi di latte con lo zucchero, la cipolla tritata, il sale, il bicarbonato, i semi di finocchio, l’olio e l’uovo sbattuto. Amalgamate il tutto e unite il lievito con la farina. Aggiungendo poca acqua alla volta, lavorate bene l’impasto fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Trasferite in una ciotola leggermente oliata, coprite con un panno pulito da cucina e lasciate lievitare fino al raddoppio.
  2. Trascorso il tempo, riprendete l’impasto, fate una piega a tre e coprendolo di nuovo fate riposare per 30 minuti. Rovesciate ora il vostro impasto su di un piano da lavoro leggermente infarinato, e premendo delicatamente con le dita, partendo dall’esterno verso l’interno, allargate l’impasto fino ad ottenere un rettangolo largo quanto lo stampo da plum-cake a disposizione.
  3. Spolverizzate la superficie con abbondante aneto precedentemente tritato finemente e partendo dal lato più vicino a voi arrotolate tutta la massa. Adagiate nello stampo ricoperto di carta forno bagnata e strizzata, coprite con un panno da cucina e fate di nuovo lievitare fino al raddoppio. Spennellate la superficie del pane con un velo di acqua e cospargetela di sale grosso.
  4. Cuocete in forno statico e preriscaldato a 180°C per circa 45/50 minuti. Sfornate, togliete dallo stampo, eliminate la carta forno e lasciate raffreddare su di una griglia.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/