Limone e Liquirizia

Crêpes con Besciamella e Zucchine Gratinate al Forno

Crêpes con Besciamella e Zucchine Gratinate al Forno
Simbolo della cucina Francese le Crêpes, sono frittatine morbide ed elastiche preparate con uova, latte, burro e farina. Piacciono praticamente a tutti, grandi e bambini, e si possono farcire con tanti ingredienti diversi sia dolci che salati. Qui una versione ripiena con zucchine, scamorza e besciamella, per poi essere gratinate in forno con del parmigiano grattugiato. Ho utilizzato del timo fresco come erba aromatica, visto che adoro il suo profumo e sapore unito alle zucchine. Potete preparare le vostre crêpes anche in anticipo, riporle in frigo e cuocerle al momento.
Write a review
Print
Ingredienti per 6 Crêpes
  1. 135 g di Farina
  2. 300 ml di Latte Fresco
  3. 3 Uova Intere
  4. Q.b. di Burro Fuso
  5. Q.b. di Sale
Ingredienti per la Besciamella
  1. 1/2 Litro di Latte Fresco
  2. 50 g di Burro
  3. 50 g di Farina
  4. Q.b. di Sale
  5. Q.b. di Noce Moscata
Ingredienti per il Ripieno
  1. 350 g di Zucchine Pulite
  2. 70 g di Cipollotto Fresco
  3. 90 g di Scamorza Affumicata
  4. 2 Rametti di Timo Fresco
  5. Q.b. di Olio e.v.o.
  6. Q.b. di Sale e Pepe
Ingredienti per la Gratinatura
  1. Q.b. di Parmigiano Grattugiato
Procedimento
  1. Occupatevi di preparare l’impasto delle vostre crêpes; in una ciotola sgusciate le uova, unite un pizzico di sale e sbattete con una frusta. Incorporate ora al composto la farina precedentemente setacciata e il latte poco per volta, continuando a sbattere con la frusta fino a ottenere una pastella liscia e ben amalgamata. Coprite il composto e fatelo riposare in frigo per circa 1 ora.
  2. Nel frattempo preparate la salsa: mettete a scaldare in un pentolino il latte. A parte fate sciogliere a fuoco basso il burro, versate tutta in una volta la farina e continuando a mescolare sul fuoco fate cuocere fino a doratura. Togliete dal fuoco, aromatizzate il roux ottenuto con un pizzico di noce moscata e condite di sale. Versate ora poco latte bollente per stemperare il fondo, girate, riportate sul fuoco e mescolando con una frusta unite a filo il resto del latte. Cuocete fino a quando la salsa si sarà addensata e inizierà a bollire.Trasferite in una ciotola e coprite con pellicola a contatto per non far creare la pellicina. Portate a completo raffreddamento.
  3. Occupatevi anche del ripieno; Lavate e mondate le zucchine, utilizzando solo la parte esterna verde che taglierete a piccoli cubetti. Versateli in una padella con un filo di olio, il cipollotto fresco tritato finemente e condite di sale e pepe. Portate a cottura. Solo alla fine aggiungete le foglioline di timo fresco. Una volta cotte aggiungetele alla besciamella insieme alla scamorza affumicata tagliata a cubetti.
  4. Trascorso il tempo, riprendete la vostra pastella e sbattetela di nuovo per un istante. Scaldate sul fuoco una padella antiaderente di 22 cm di diametro, spennellatela con abbondante burro fuso e toglietela dal fuoco. Versate immediatamente un mestolo di pastella nella padella e fatela ruotare velocemente in modo che il fondo venga ricoperto da un velo sottile e uniforme. Riportate quindi la padella di nuovo sul fuoco abbastanza vivo e cuocete la crepe finché i bordi cominciano ad arricciarsi. Giratela con una paletta e cuocetela ancora per un minuto dall’altro lato. Trasferite in un piatto e ripetete l'operazione fino a esaurimento della pastella, scaldando bene la padella e spennellandola di burro ogni volta.
  5. Farcite metà delle crêpes con la crema ottenuta e chiudetele a triangolo. Imburrate una pirofila, disponete le crêpes e cospargete la superficie di abbondante parmigiano grattugiato. Mettete in forno già caldo e fate gratinare a 180°C fino a doratura. Sfornate, guarnite con qualche fogliolina di timo e servite calde.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Noodles di Riso Vegetariani

Noodles di Riso Vegetariani
Gli spaghetti di riso sono altamente digeribili e privi di glutine, quindi adatti ai celiaci. Tipici della cucina orientale cinese, vengono sempre proposti da un condimento a base di salsa di ostriche, pesce o di soia e spesso vengono utilizzati olio di sesamo e germogli di soia. Io vi propongo una versione decisamente diversa ma più piacevole per i nostri palati occidentali. Ingredienti semplici come verdure e spezie aromatiche, fanno di questo piatto, una pietanza adatta non solo a celiaci ma anche a vegani e vegetariani. Di obbligo il wow per saltare le verdure, che io adoro e utilizzo per molte altre preparazioni. Il wok è una padella utilizzata nella cucina cinese, dalla forma semisferica. In origine veniva forgiata in ferro o ghisa ed era dotata di due manici corti. Ora la si trova più facilmente con un solo manico lungo. Ha la caratteristica di trattenere il calore e di consentire cotture brevi e con poco olio.
Write a review
Print
Ingredienti per 2 ps
  1. 110 g di Noodles di Riso
  2. 50 g di Peperoni Rossi
  3. 40 g di Carote
  4. 30 g di Melanzane
  5. 60 g di Zucchine
  6. 50 g di Peperoni Gialli
  7. 1 Pizzico di Curry
  8. 1 Pizzico di Paprika Dolce
  9. 1 Pizzico di Curcuma
  10. 1 Pizzico di Zenzero in Polvere
  11. Q.b. di Olio di Riso
  12. Q.b. di Sale
Procedimento
  1. Lavate e mondate le verdure; tagliate a bastoncini sottili nel senso della lunghezza le carote, i peperoni rossi e gialli, e procedendo nello stesso modo tagliate anche le zucchine con le melanzane, avendo cura di utilizzare la parte esterna più dura e meno acquosa.
  2. In un wok versate l'olio di riso, fate scaldare e unite le verdure. Condite di sale, zenzero in polvere, curry, paprika dolce e curcuma. Portate a cottura, tenendo conto che le verdure devono risultare piuttosto croccanti.
  3. Cuocete gli spaghetti di riso in abbondante acqua salata portata a bollore, come da indicazioni della confezione, tenendo conto che non necessitano di una cottura lunga come i tradizionali spaghetti di grano duro. Scolateli e passateli per qualche secondo sotto l’acqua fredda per fermarne la cottura. Aggiungete gli spaghetti di riso alle verdure, fate andare per qualche minuto su fiamma vivace, aggiungendo se necessario poca acqua di cottura degli spaghetti.
  4. Servite subito e decorate a piacere con foglioline di basilico e un giro di olio a crudo.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Tonnarelli su Crema di Piselli e Porri con Briciole di Olive Nere al Profumo di Limone

Tonnarelli su Crema di Piselli e Porri con Briciole di Olive Nere al Profumo di Limone
Armonia, sinfonia...così vorrei descrivere questo primo piatto. Quando assapori il cibo e in bocca tutto combacia, quando la cottura di ogni singolo ingrediente è perfetta, quando al loro incontro il tuo palato riesce a distinguere ogni singolo sapore e alla fine del boccone resta una sensazione di Armonia, allora ecco che hai realizzato ciò che immaginavi, ciò che desideravi. Non hai creato nulla di particolare, ne usato chissà quale ingrediente ricercato ma lo osservi, lo mangi e capisci quanto tu possa amare la cucina. Lo capisci perché finisci un piatto e hai subito voglia di ricominciare con uno nuovo.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 450 g di Tonnarelli all'Uovo
  2. 40 g di Porro
  3. 200 g di Pisellini Freschi o Surgelati
  4. 40 g di Olive Nere Denocciolate
  5. 100 g di Pomodori Datterini
  6. Scorza Grattugiata di 1 Piccolo Limone
  7. 1 Lt. Circa di Brodo Vegetale
  8. Q.b. di Sale e Pepe
  9. Q.b. di Olio e.v.o
  10. Qualche Fogliolina di Basilico
Procedimento
  1. Prendete le olive e tritatele finemente, adagiatele su una placca rivestita di carta forno e infornate in forno preriscaldato a 100°C per circa 1 ora.
  2. Nel frattempo in una pentola portate a bollore il Brodo Vegetale. Mondate e lavate il porro con i piselli, se state utilizzando quelli freschi. Raggiunto il bollore, tuffate le verdure e portate a cottura. Trascorso il tempo, scolate e immergete in una ciotola con acqua fredda e ghiaccio. Questo vi permetterà non solo di bloccare la cottura dei vegetali ma anche di ottenere un colore finale vivo e acceso. Scolate di nuovo e trasferite in un bicchiere da mixer, condite di olio, sale e pepe. Frullate fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea, aggiungendo qualche cucchiaio del brodo di cottura se necessario.
  3. Cuocete i Tonnarelli al dente in abbondante acqua salata, scolateli e versateli in una padella con qualche cucchiaio di olio e i pomodori datterini precedentemente lavati, tagliati a cubetti e privati della polpa con i semi interni. Ripassateli per circa 3/4 minuti, unendo qualche cucchiaio di acqua di cottura e aggiustate di sale se necessario.
  4. Preparate i piatti per i vostri commensali: adagiate sul fondo un po' della crema di piselli e porri, trasferite sopra i vostri tonnarelli, cospargete con le briciole di olive, la scorza grattugiata del limone, un filo di olio a crudo e decorate con qualche fogliolina di basilico.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Risotto con Mele Smith e Fave, Aromatizzato all’Olio di Rucola e Limone

Risotto con Mele Smith e Fave, Aromatizzato all’Olio di Rucola e Limone
Un Risotto a tutta salute, dove il gusto ne fa da padrone. Realizzato in una giornata in cui il frigo mi ha messo davvero a dura prova, o meglio quello che non c’era dentro di esso. Dovevo inventarmi qualcosa per pranzo, anche perché di uscire a fare la spesa non se ne parlava proprio, pioveva a dirotto. Una busta di Rucola, due limoni, delle uova, un po’ di frutta e poco più !! Poi ho pensato a quelle poche fave rimaste in congelatore, una spinta alla mia fantasia e via che si parte. Ecco come è nato questo primo piatto che unisce la freschezza della mela e del limone, al sapore amarognolo della rucola e a quello primaverile delle fave. Il risultato ? un ottimo risotto da presentare anche in una cena tra amici
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 280 g di Riso Parboiled
  2. 65 g di Cipolla Bianca
  3. 1 Limone non Trattato
  4. 2 Cucchiai di Aceto di Vino Bianco
  5. 45 g di Vino Bianco Secco
  6. 50 g di Rucola
  7. 180 g di Fave congelate
  8. 120 g di Mela Granny Smith
  9. Q.b. di Sale e Pepe
  10. Q.b. di Olio e.v.o
  11. Q.b. di Brodo Vegetale
  12. 1 Noce di Burro
  13. 2 Cucchiai di Pecorino Grattugiato
Procedimento
  1. Prelevate la scorza di mezzo limone, avendo cura di togliere la parte bianca e trasferitelo in un bicchiere a macerare con abbondante olio per almeno 6/7 ore.
  2. Trascorso il tempo, portate a bollore ½ litro di acqua leggermente salata, lavate e sbollentate quindi la rucola per pochi minuti. Scolate accuratamente e trasferite in un bicchiere da mixer. Unite l’olio aromatizzato al limone a cui avrete precedentemente tolto la scorza, e con un frullatore riducete il composto in una crema liscia ed omogenea.
  3. Nel frattempo lessate le fave e una volta cotte e scolate privatele della loro buccia esterna. Tagliate invece senza sbucciarla, la mela a piccoli cubetti.
  4. Prepariamo ora il risotto; Tritate finemente la cipolla e soffriggetela dolcemente in poco olio di oliva; quando diventa trasparente, bagnatela con l’aceto e salatela. Lasciate evaporare, aggiungete il riso, tostatelo per due minuti, innaffiate con il vino e fate sfumare. Unite la mela e proseguite la cottura aggiungendo del brodo vegetale filtrato, poco alla volta. A circa metà cottura aggiungete anche le fave e l’olio di rucola e limone.
  5. Quando il riso è pronto, togliete dal fuoco, versate il burro e il pecorino. Maneggiate energicamente con un mestolo e lasciate riposare per due minuti prima di servire. Adagiate ora in dei piatti da portata e spolverizzate con del pepe macinato al momento e con la restante scorza del limone grattugiata.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Gnocchi Ripieni con Rucola e Patate su Fonduta di Pecorino e Pinoli Tostati

Gnocchi Ripieni con Rucola e Patate su Fonduta di Pecorino e Pinoli Tostati
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
Per gli Gnocchi
  1. 400 g di Patate Rosse
  2. 160 g di Farina Tipo 1
  3. 30 g di Fecola di Patate
  4. 40 g di Uova Intere
  5. 75 g di Rucola
  6. Q.b. di Sale
Per il Ripieno
  1. 120 g di Ricotta Mista Fresca
  2. 50 g di Taleggio
  3. 1 Cucchiaio di Parmigiano Grattugiato
  4. 3 Foglie di Basilico
  5. Scorza Grattugiata di 1/4 di Limone non Trattato
  6. Scorza Grattugiata di 1/4 di Arancia non Trattata
  7. 40 g di Crema di Yogurt Greco
  8. Q.b. di Sale
Per la Fonduta di Pecorino
  1. 100 g di Latte Fresco
  2. 50 g di Pecorino Romano Grattugiato
Vi Occorre inoltre
  1. N° 16 Pinoli
  2. N° 16 Piccole Foglie di Basilico
  3. 4 Cucchiai di Sugo di Pomodoro
Procedimento
  1. Prepariamo il Ripieno; In una ciotola riunite la ricotta, lo yogurt greco,il taleggio tagliato a piccoli cubetti, il parmigiano grattugiato, il basilico tritato finemente, il sale e la scorza grattugiata degli agrumi. Mescolate per amalgamare bene tutti gli ingredienti e riponete in frigo coperto con pellicola.
  2. Prepariamo la Fonduta di Pecorino; In un pentolino versiamo il latte e il formaggio grattugiato. Portiamo su fuoco medio e girando continuamente con un mestolo portiamo a leggero bollore. Togliete dal fuoco, fate raffreddare completamente per poi passarla in un colino a maglia fine.. In questo modo si addenserà e risulterà priva di grumi e vellutata.
  3. Prepariamo gli Gnocchi; Lavate, mondate e cuocete in acqua bollente salata la rucola per qualche minuto. Scolate bene, fate raffreddare e tagliate finemente con un coltello.
  4. Lavate le Patate per eliminare il terriccio residuo e assicuratevi di aver tolto i tuberi inverditi visto che contengono un alcaloide tossico per l'essere umano. Cercate di utilizzare tuberi della stessa grandezza altrimenti la cottura non risulterà uniforme. Immergete le patate in un tegame capiente pieno d’acqua fredda e leggermente salata. Portate a bollore rapidamente per poi abbassare la fiamma fino a completa cottura.
  5. Scolate e pelatele. Per togliere la buccia più facilmente potete trasferire le patate direttamente dall’acqua bollente a una bacinella con acqua ghiacciata.
  6. Lasciate a bagno per circa 5-6 secondi, così da far raffreddare la pelle ma non l’interno della patata. Lo shock termico provocherà automaticamente il distaccamento della buccia dalla polpa.
  7. Passatele ora allo schiacciapatate, facendole cadere su di un piano da lavoro. Unite la farina, la fecola di patate, la rucola, le uova e un pizzico di sale. Lavorate il tutto velocemente.
  8. Con un matterello stendete l'impasto a una sfoglia di 3-4 mm di spessore. Con l'aiuto di un coppa pasta ricavate ora tanti dischi. Spennellate la superficie con acqua fredda. Trasferite il ripieno ottenuto in un sac à poche e farcite la metà dei dischetti. Con i restanti andate a chiudere i gnocchi farciti, avendo cura di mettere a contatto le due parti leggermente bagnate.
  9. A questo punto richiudete i dischetti facendo pressione sui bordi, così da sigillarli bene e fare in modo che non si aprino durante la cottura.
  10. Immergete gli gnocchi in acqua salata e portata a bollore, una volta venuti a galla, lasciateli sobbollire per circa 1-2 minuti. Nel frattempo in una padella calda fate tostare i pinoli. Una volta pronti, scolate gli gnocchi e fateli saltare in padella con un filo di olio.
  11. Prendete ora un piatto da portata, con l'aiuto di un cucchiaio prelevate la fonduta e create dei disegni astratti come in foto, adagiate sopra i vostri gnocchi, una fogliolina di basilico e un pinolo. Con il sugo di pomodoro create invece dei piccoli puntini. Servite caldi.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/