Limone e Liquirizia

Crema di Spinaci, Ceci e Carote

Crema di Spinaci, Ceci e Carote
Certo, è vero, le verdure vanno scelte, lavate, pulite. Gli va dedicato del tempo e la cottura anche se veloce è spesso noiosa. Ma il risultato finale ripaga alla grande, e non solo per il sapore genuino, ma soprattutto per il benessere che ne beneficia il nostro corpo. Quindi amiche/i trovate un po' di tempo e realizzate delle meravigliose e gustosissime creme e vellutate, propio come questa che vi propongo, dove i legumi con le verdure si uniscono in un solo piatto per creare un'unica armonia.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 200 g di Spinaci Freschi in Foglia
  2. 450 g di Carote
  3. 240 g di Ceci già Cotti
  4. 2 Porri
  5. 600 ml circa di Brodo Vegetale
  6. 2 Cucchiai di Salsa di Soia
  7. Q.b. di Sale
  8. Q.b. di Olio e.v.o.
Procedimento
  1. Mettete sul fuoco una pentola capiente con pochissima acqua, quando inizia a bollire versate gli spinaci precedentemente lavati e capati. Schiacciateli leggermente e coprite con un coperchio. Fate cuocere per 4/5 minuti girandoli a metà cottura. Scolateli in uno scolapasta e quando avranno perso la maggiorate dell’acqua e si saranno intiepiditi strizzateli bene.
  2. Nel frattempo occupatevi delle carote; tagliate le estremità e la parte superficiale aiutandovi con un pelapatate. Lavate sotto acqua corrente e cuocete al vapore ( se non avete una vaporiera, potete lessarle in acqua leggermente salata ).
  3. Affettate finemente i porri scartando la parte verde. Trasferite in una padella, unite dell’ olio extra vergine di oliva e rosolateli fino ad averli appassiti.
  4. Unite in una pentola tutte le verdure, aggiungete i ceci scolati dalla propria acqua di vegetazione, la salsa di soia e il brodo vegetale leggermente tiepido. Aggiustate di sale e con un mixer ad immersione riducete il tutto in una crema omogenea e vellutata. Portate su fuoco medio fino al bollore e servite. Completate con un filo di olio a crudo e se vi piace aggiungete del pepe macinato al momento. Io ho anche lasciato delle carote cotte per poi passarle al mixer e decorare così i nostri piatti.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Vellutata di Porri, Zucca e Patate con Chips di Ceci Croccanti

 

Vellutata di Porri, Zucca e Patate con Chips di Ceci Croccanti
Non solo perché è la stagione giusta, ma anche in virtù degli innumerevoli benefici nutrizionali, sulle nostre tavole tornano zuppe, vellutate, minestre & Co. E con un pizzico di fantasia e di colore, ecco che oltre ad essere delle vere e propie bontà, diventano nei nostri menù, piatti chic da cucinare per i propri commensali. Provatela in questa versione e vedrete che ve ne saranno grati fino all’ultima cucchiaiata.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
Per la Vellutata
  1. 200 g di Porro già Pulito
  2. 600 g di Patate a Pasta Gialla
  3. 350 g di Zucca già Pulita
  4. 550 g di Carote
  5. 2 Rametti di Rosmarino
  6. Lt. 1,5 circa di Brodo Vegetale
  7. Q.b. di Olio e.v.o
  8. Q.b. di Sale e Pepe
  9. Un Pizzico di Curry
  10. Un piccolo mazzetto di Prezzemolo
Per le Chips Croccanti
  1. 100 ml. di Acqua
  2. 50 g di Farina di Ceci setacciata
  3. 1 Uovo
  4. 1/ Cucchiaino di Paprica Dolce in Polvere
  5. Q.b. di Sale e Pepe
  6. Q.b. di Olio e.v.o
Procedimento
  1. Lavate e mondate le verdure. Affettate finemente i porri scartando la parte verde. Trasferite in una padella o preferibilmente in una pentola di terracotta, unite dell’ olio extra vergine di oliva e rosolateli fino ad averli appassiti. Nel frattempo, pelate e tagliate a piccoli cubetti le patate, aggiungete ai porri e fate insaporire. Dopo qualche minuto di cottura , fate lo stesso con le carote e la zucca. Condite di sale, pepe e curry e insaporite con il rosmarino. Coprite con il brodo vegetale bollente e portate a cottura.
  2. Mentre la vostra vellutata cuoce, occupatevi delle chips di ceci; in una ciotola versate la farina, l’uovo, un pizzico di sale e pepe e la paprica in polvere. Unite l’acqua poco alla volta e mescolate energicamente per non formare grumi. In una padella antiaderente ben riscaldata, realizzate delle chips rotonde di ceci, grandi e sottili come le creps, fatele cuocere un paio di minuti per lato e mettete da parte a far raffreddare. Tagliatele ora a strisce piuttosto grandi, arrotolatele a piacere e adagiate su una placca rivestita di carta forno. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C finchè non diventano croccanti e dorate in superficie.
  3. Togliete i rametti di rosmarino dalla vellutata e con un mixer ad immersione frullatela, lasciando da parte delle verdure intere. Versate nelle ciotoline individuali, adagiate al centro le verdure a cubetti, condite con un filo di olio e spolverizzate con del prezzemolo tritato finemente. Guarnite con le chips di ceci e servite.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Farro Freddo con Julienne di Pomodori Secchi al Profumo di Origano

 

Farro Freddo con Julienne di Pomodori Secchi al Profumo di Origano
Buonasera Amici, per questa ricetta ho preso spunto da un menù di un locale dove a volte vado a pranzo quando non riesco a tornare a casa dall' ufficio. Quel giorno non la presi ma ha catturato la mia attenzione. E così ho provato a farla, non deludendo assolutamente la mia aspettativa. Piatto adatto per vegani.
Write a review
Print
Ingredienti per 6ps
  1. 350 g di Farro ( potete utilizzare anche quello a cottura rapida )
  2. 400 g di Patate
  3. 160 g di Ceci già cotti in scatola
  4. 100 g di Pomodori Secchi Sott' Olio
  5. 35 g di Rucola
  6. Q.b. di Origano ( possibilmente fresco )
Procedimento
  1. Portate a bollore abbondante acqua salata, tuffate il farro e portatelo a cottura. Scolate al dente e trasferite in una ciotola. Condite con olio e lasciate raffreddare completamente girando di tanto in tanto. Nel frattempo lavate le patate, adagiatele in un pentolino e coprite con acqua fredda. Lessate e una volta cotte, scolate e lasciate intiepidire. Trascorso il tempo pelate le patate, tagliatele a piccoli cubetti e aggiungete al farro. Scolate ora i pomodori secchi e tagliate a julienne. Scolate e sciacquate i ceci dalla loro acqua di vegetazione e lavate la rucola asciugandola poi con un panno pulito da cucina; tritatela finemente Aggiungete tutti gli ingredienti al vostro farro, condite con origano sminuzzato e aggiustate di olio e sale. Mescolate, coprite con pellicola e fate raffreddare in frigo.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Fregula Sarda con Verdure Croccanti

Fregula Sarda con Verdure Croccanti
Salve Amici, questa estate ho passato le mie vacanze nell'incredibile, quanto meravigliosa isola della Sardegna. Naturale è, che non ho apprezzato solo il mare, la natura e i suoi straordinari abitanti, ma con grande interesse ho assaggiato i loro piatti tipici e i migliori vini. Per cui ho voluto portare con me la fregula, un tipo di pasta di semola tipica di questa regione. Disponibile in varie dimensioni, è prodotta per "rotolamento" della semola dentro un grosso catino di coccio e tostata in forno. Si presenta sotto forma di palline irregolari ed è solita cuocerla con le telline. Io, come mio solito, stravolgo e cambio ricette con abbinamenti, per cui ho voluto cucinarla con delle verdure croccanti e insaporirla con aneto fresco. Deliziosa sia calda che fredda. Quindi ottima in estate come alternativa ad un riso o una pasta fredda, e buonissima in inverno come primo piatto caldo o come ingrediente principale nelle zuppe.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 300 g di Fregula Tostata Grossa
  2. 180 g di Carote
  3. 100 g di Cipolla Rossa
  4. 100 g di Fagiolini
  5. Qualche Pomodoro Secco Sott'Olio
  6. Q.b. di Olio e.v.o
  7. Q.b. di Sale
  8. Q.b. di Prezzemolo
  9. Q.b. di Aneto
Procedimento
  1. Portate a bollore abbondante acqua salata e cuocete la Fregula tenendo conto dei tempi di cottura riportati sulla confezione. Scolate, trasferite in una ciotola capiente e condite con olio. Mescolate di tanto in tanto e lasciate raffreddare completamente.
  2. Nel frattempo lavate e mondate le carote con la cipolla, riducete a rondelle le carote e a tocchetti la cipolla. Adagiate su una placca rivestita di carta forno, condite con olio e sale e cuocete in forno preriscaldato a 220°C fino a doratura.
  3. Occupatevi ora dei fagiolini; Sciacquate sotto acqua corrente, togliete le estremità con un coltello e scartate eventuali parti ammaccate o brutte. Lessate in acqua leggermente salata e portata a bollore per circa 20/25 minuti. Controllate comunque la cottura, tenendo conto che devono risultare piuttosto croccanti. Quando sono pronti scolate, riponete in una ciotola e insaporite con olio, sale e prezzemolo. Lasciate raffreddare e riducete poi a piccoli tocchetti.
  4. Scolate i pomodori secchi dal propio olio di conservazione e tagliate finemente.
  5. Unite alla fregula le carote, le cipolle, i fagiolini e i pomodori secchi. Profumate con dell'aneto tritato finemente e mescolate per amalgamare bene tutti gli ingredienti. Riponete in frigo per almeno tre ore prima di servire.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Gnocchi di Ricotta con Pesto alla Savia e Mandorle

Gnocchi di Ricotta con Pesto alla Savia e Mandorle
Un primo Superghiotto !! pochi ingredienti per un pesto che ha tutto il sapore dell'estate, abbinato a questi meravigliosi gnocchi di ricotta, esaltiamo consistenza, fragranza, gusto, morbidezza al palato. Un piatto armonioso e dal successo assicurato.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
Per gli Gnocchi
  1. 600 g di Ricotta di Pecora
  2. 270 g di Farina 0
  3. 70 g di Uova Intere
  4. 40 g di Parmigiano Grattugiato
  5. Q.b. di Sale
  6. Q.b. di Noce Moscata
Per il Pesto alla Salvia e Mandorle
  1. 25 Foglie di Salvia
  2. 50 g di Mandorle Spellate
  3. 40 g di Parmigiano Grattugiato
  4. Q.b. di Olio e.v.o
  5. Un pizzico di Sale Grosso
Procedimento
  1. Prepariamo gli gnocchi: spolverizzate con della farina il vostro piano da lavoro, distribuite sopra la ricotta, il parmigiano, la farina, il sale e la noce moscata grattugiata. Formate una piccola fontana e rompetevi al centro le uova. Iniziate a lavorare l'impasto fino a ottenere un composto liscio e ben amalgamato. Ricavate ora tanti filoncini da circa 2 cm di diametro e sistemateli uno accanto all'altro sul piano da lavoro infarinato. Con un tarocco o un coltello tagliate e formate gli gnocchi.
  2. Portate a bollore abbondante acqua salata.
  3. Nel frattempo preparate il pesto: Lavate delicatamente la salvia in acqua fredda per poi asciugarla su un panno da cucina. Trasferite in un mixer insieme alle mandorle, il parmigiano e qualche grano di sale grosso. Tritate bene e unite poco alla volta l'olio fino a raggiungere la giusta consistenza.
  4. Tuffate gli gnocchi in acqua bollente e, quando saliranno a galla, proseguite la cottura per altri due minuti circa. Scolateli e trasferiteli nella padella insieme al pesto. Fateli saltare e insaporire bene.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/