Limone e Liquirizia

Coda di Rospo al Pompelmo Rosa e Arancia, con Vellutata di Patate e Zucchine Saltate

Coda di Rospo al Pompelmo Rosa e Arancia, con Vellutata di Patate e Zucchine Saltate
La rana pescatrice o coda di rospo è un pesce piuttosto pregiato, molto magro e dal sapore delicato. Purtroppo è caratterizzato da una grossissima porzione non edibile o di scarto che solitamente viene utilizzata per fumetti, brodi o zuppe. Ottime invece le frattaglie quali fegato e trippa. In commercio la trovate fresca o surgelata, privata della testa e con solo parte della pelle. Se non volete farvela pulire dal pescivendolo, basta semplicemente utilizzare un coltello ben affilato e dopo averla sciacquata sotto acqua corrente, togliere delicatamente la pelle cominciando dalla parte della schiena. Notevole il contenuto di Vitamina D e l’apporto di potassio che gli appartiene. E’ un pesce molto magro e poco calorico, si distingue per una netta prevalenza di acidi grassi polinsaturi della famiglia omega-3. Questa ricetta stupirà sia voi che i vostri ospiti, delicata con la vellutata di patate e ottimo l’abbinamento con gli agrumi che andrà a sgrassare e pulire il vostro palato, lasciando un senso di freschezza e un’armonia nel gusto.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 800 g di Coda di Rospo
  2. 2 Pompelmi Rosa
  3. 1 Noce di Burro
Per la Marinatura
  1. Succo di 1 Pompelmo Rosa
  2. Succo di 2 Arance
  3. 3 g di Zenzero Grattugiato
  4. Q.b di Bacche Rosa
Per la Vellutata di Patate
  1. 250 g di Patate
  2. 200 g circa di Brodo Vegetale
  3. 0,3 g di Zafferano in Polvere
  4. Q.b. di Olio e.v.o.
  5. Q.b. di Sale
Per le Zucchine
  1. 320 g di Zucchine
  2. 1 Spicchio di Aglio in Camicia
  3. Q.b. di Olio e.v.o.
  4. Q.b. di Sale
Procedimento
  1. In una ciotola trasferite il pesce e lasciate in infusione per 1 ora nel succo di pompelmo rosa e arancia, insieme allo zenzero grattugiato e qualche grano di bacca rosa schiacciata.
  2. Nel frattempo lessate le patate con la buccia in acqua leggermente salata, scolatele al dente, fatele raffreddare, sbucciatele e tagliatele a piccole fettine. Versatele in un bicchiere da mixer, unite il brodo bollente in cui avrete fatto sciogliere lo zafferano e qualche cucchiaio di olio, e con un frullatore ad immersione, lavorate il composto fino a ridurlo in una crema vellutata. Aggiustate di sale se necessario.
  3. Lavate e mondate le zucchine, quindi con l’apposito apparecchio riducetele a spaghetto. In una padella versate un filo di olio e lo spicchio di aglio in camicia. Portate su fuoco medio e quando l’aglio sarà diventato dorato aggiungete le zucchine. Condite di sale e portate a cottura.
  4. Trascorso il tempo, sgocciolate il pesce, asciugatelo tamponandolo delicatamente con carta assorbente, tagliatelo a porzione e ungete con un filo di olio. Fate cuocere in una padella ben calda per circa 5/6 minuti. Bagnate con la marinata filtrata e regolate di sale. Coprite e fate cuocere per ancora 8/10 minuti, girando il vostro pesce una sola volta. Togliete il pesce dalla padella, tenetelo in caldo, unite al fondo di cottura una noce di burro e fate ridurre il sughetto.
  5. Componete ora il piatto; versate la vellutata di patate nei piatti, adagiatevi le zucchine, sovrapponetevi i tranci di pesce e completate con cubetti di pompelmo rosa tagliati a vivo e un cucchiaio di sughetto.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Melanzane al Sesamo

Melanzane al Sesamo
Le protagoniste di questo piatto sono proprio loro, le melanzane. E per far si che siano belle fresche, prima di comprarle occorre controllare che la parte con il picciolo non sia secca e sia bene attaccata al frutto. Non deve presentare ammaccature e la buccia deve essere ben tesa. Tonde o lunghe, chiare o scure, le melanzane hanno in comune la consistenza, tendenzialmente spugnosa, e il sapore che vira tra l’amaro e il piccante, a seconda della varietà. La buona quantità di fibre ne fa un ortaggio consigliato in caso di stipsi; ha virtù depurative e capacità diuretiche dovute anche alla grande quantità d’acqua che contiene. La buccia può essere consumata ed è una buona fonte di sostanze nutritive. Ecco perché in questa ricetta preferisco lasciarla e utilizzare melanzane striate che al palato sono meno amare e con una quantità di semi inferiore alle altre. Straordinariamente buone accompagnate da questa salsa realizzata con semi di sesamo e zenzero, altri ingredienti dalle grandi propietà.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 1200 g di Melanzane Striate
  2. 3 Rametti di Prezzemolo
  3. 2,5 g di Zenzero Fresco
  4. 20 g di Semi di Sesamo
  5. Q.b. di Olio e.v.o.
  6. Q.b. di Sale
Procedimento
  1. Lavate le melanzane e tagliatele per il lungo a fette di 1 cm di spessore. Cuocete su una piastra ben calda, possibilmente, girandole una sola volta.
  2. Nel frattempo in una padella versate i semi di sesamo e tostali su fiamma media. Trasferiteli in una ciotola e unite il prezzemolo lavato e tritato finemente, lo zenzero grattugiato, l’olio di oliva e del sale. Miscelate per amalgamare bene gli ingredienti.
  3. Una volta che le melanzane saranno cotte, adagiatele su di un piatto da portata e aiutandovi con un pennello da cucina irrorate con la l’olio aromatizzato. Servite calde.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Insalata Fredda di Lenticchie, Datterini, Rucola e Feta

Insalata Fredda di Lenticchie, Datterini, Rucola e Feta
Piatto sano, nutriente, saporito e fresco. Siamo soliti mangiare i legumi in inverno, soprattutto sotto forma di zuppe, vellutate o semplicemente cotti e mangiati caldi. Ma i legumi fonte di ricchezza a livello nutrizionale, non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole, anche in estate. Ecco allora un'ottima idea per consumarli freddi ad insalata, con l'aggiunta di ingredienti, che rendono il nostro piatto sfizioso, gustoso e colorato. Potete preparare questa insalata con largo anticipo e magari portarla per il vostro pranzo in ufficio o per le scampagnate fuori porta al mare o in montagna. Ottima per un pasto completo senza appesantirsi troppo.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 150 g di Lenticchie
  2. 150 g di Pomodori Datterini
  3. 45 g di Cipollato Fresco
  4. 80 g di Feta
  5. 80 g di Peperone Giallo
  6. 25 g di Rucola
  7. Q.b. di Brodo Vegetale
  8. Q.b. di Olio e.v.o.
  9. Q.b. di Sale e Pepe
Procedimento
  1. Sciacquate accuratamente le lenticchie sotto acqua corrente. In una pentola versate il brodo vegetale e una volta raggiunto il bollore, tuffate le lenticchie e portate a cottura su fuoco medio. Scolate, trasferite in una ciotola capiente, condite di olio, mescolate e fate raffreddare completamente.
  2. Trascorso il tempo, lavate e mondate le verdure. Tagliate in quattro i datterini per il senso della lunghezza, a piccoli cubetti invece, il peperone, il cipolloto fresco e la feta. Tritate finemente la rucola e unite tutti gli ingredienti alle lenticchie. Condite di sale e pepe e se necessario aggiungete altro olio. Coprite con pellicola e trasferite in frigorifero per almeno un'ora prima di essere servita.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Noodles di Riso Vegetariani

Noodles di Riso Vegetariani
Gli spaghetti di riso sono altamente digeribili e privi di glutine, quindi adatti ai celiaci. Tipici della cucina orientale cinese, vengono sempre proposti da un condimento a base di salsa di ostriche, pesce o di soia e spesso vengono utilizzati olio di sesamo e germogli di soia. Io vi propongo una versione decisamente diversa ma più piacevole per i nostri palati occidentali. Ingredienti semplici come verdure e spezie aromatiche, fanno di questo piatto, una pietanza adatta non solo a celiaci ma anche a vegani e vegetariani. Di obbligo il wow per saltare le verdure, che io adoro e utilizzo per molte altre preparazioni. Il wok è una padella utilizzata nella cucina cinese, dalla forma semisferica. In origine veniva forgiata in ferro o ghisa ed era dotata di due manici corti. Ora la si trova più facilmente con un solo manico lungo. Ha la caratteristica di trattenere il calore e di consentire cotture brevi e con poco olio.
Write a review
Print
Ingredienti per 2 ps
  1. 110 g di Noodles di Riso
  2. 50 g di Peperoni Rossi
  3. 40 g di Carote
  4. 30 g di Melanzane
  5. 60 g di Zucchine
  6. 50 g di Peperoni Gialli
  7. 1 Pizzico di Curry
  8. 1 Pizzico di Paprika Dolce
  9. 1 Pizzico di Curcuma
  10. 1 Pizzico di Zenzero in Polvere
  11. Q.b. di Olio di Riso
  12. Q.b. di Sale
Procedimento
  1. Lavate e mondate le verdure; tagliate a bastoncini sottili nel senso della lunghezza le carote, i peperoni rossi e gialli, e procedendo nello stesso modo tagliate anche le zucchine con le melanzane, avendo cura di utilizzare la parte esterna più dura e meno acquosa.
  2. In un wok versate l'olio di riso, fate scaldare e unite le verdure. Condite di sale, zenzero in polvere, curry, paprika dolce e curcuma. Portate a cottura, tenendo conto che le verdure devono risultare piuttosto croccanti.
  3. Cuocete gli spaghetti di riso in abbondante acqua salata portata a bollore, come da indicazioni della confezione, tenendo conto che non necessitano di una cottura lunga come i tradizionali spaghetti di grano duro. Scolateli e passateli per qualche secondo sotto l’acqua fredda per fermarne la cottura. Aggiungete gli spaghetti di riso alle verdure, fate andare per qualche minuto su fiamma vivace, aggiungendo se necessario poca acqua di cottura degli spaghetti.
  4. Servite subito e decorate a piacere con foglioline di basilico e un giro di olio a crudo.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Olio Aromatico alle Erbe

Olio Aromatico alle Erbe
Favoloso per insaporire i vostri piatti di carne o pesce.
Write a review
Print
Ingredienti
  1. 300 g. di Olio Extravergine di Oliva
  2. 4 g. di Foglie di Rosmarino
  3. 4 g. di Foglie di Basilico
  4. 4 g. di Foglie di Salvia
  5. 4 g. di Timo
  6. 2 Spicchi di Aglio Senza Buccia
Procedimento
  1. Procuratevi un barattolo di vetro con chiusura ermetica, ponete sul fondo i vostri odori precedentemente lavati e asciugati e versate l’olio di Oliva. Chiudete e riponete in un luogo buio da una a tre settimane, a seconda dell’intensità del gusto desiderato.
  2. Trascorso il tempo, filtrate il vostro olio e conservatelo in bottiglie di vetro possibilmente realizzate con del vetro scuro, altrimenti o lo riponete in un luogo al buio oppure avvolgete la vostra bottiglia in della carta stagnola.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/