Limone e Liquirizia

Noodles di Riso Vegetariani

Noodles di Riso Vegetariani
Gli spaghetti di riso sono altamente digeribili e privi di glutine, quindi adatti ai celiaci. Tipici della cucina orientale cinese, vengono sempre proposti da un condimento a base di salsa di ostriche, pesce o di soia e spesso vengono utilizzati olio di sesamo e germogli di soia. Io vi propongo una versione decisamente diversa ma più piacevole per i nostri palati occidentali. Ingredienti semplici come verdure e spezie aromatiche, fanno di questo piatto, una pietanza adatta non solo a celiaci ma anche a vegani e vegetariani. Di obbligo il wow per saltare le verdure, che io adoro e utilizzo per molte altre preparazioni. Il wok è una padella utilizzata nella cucina cinese, dalla forma semisferica. In origine veniva forgiata in ferro o ghisa ed era dotata di due manici corti. Ora la si trova più facilmente con un solo manico lungo. Ha la caratteristica di trattenere il calore e di consentire cotture brevi e con poco olio.
Write a review
Print
Ingredienti per 2 ps
  1. 110 g di Noodles di Riso
  2. 50 g di Peperoni Rossi
  3. 40 g di Carote
  4. 30 g di Melanzane
  5. 60 g di Zucchine
  6. 50 g di Peperoni Gialli
  7. 1 Pizzico di Curry
  8. 1 Pizzico di Paprika Dolce
  9. 1 Pizzico di Curcuma
  10. 1 Pizzico di Zenzero in Polvere
  11. Q.b. di Olio di Riso
  12. Q.b. di Sale
Procedimento
  1. Lavate e mondate le verdure; tagliate a bastoncini sottili nel senso della lunghezza le carote, i peperoni rossi e gialli, e procedendo nello stesso modo tagliate anche le zucchine con le melanzane, avendo cura di utilizzare la parte esterna più dura e meno acquosa.
  2. In un wok versate l'olio di riso, fate scaldare e unite le verdure. Condite di sale, zenzero in polvere, curry, paprika dolce e curcuma. Portate a cottura, tenendo conto che le verdure devono risultare piuttosto croccanti.
  3. Cuocete gli spaghetti di riso in abbondante acqua salata portata a bollore, come da indicazioni della confezione, tenendo conto che non necessitano di una cottura lunga come i tradizionali spaghetti di grano duro. Scolateli e passateli per qualche secondo sotto l’acqua fredda per fermarne la cottura. Aggiungete gli spaghetti di riso alle verdure, fate andare per qualche minuto su fiamma vivace, aggiungendo se necessario poca acqua di cottura degli spaghetti.
  4. Servite subito e decorate a piacere con foglioline di basilico e un giro di olio a crudo.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Olio Aromatico alle Erbe

Olio Aromatico alle Erbe
Favoloso per insaporire i vostri piatti di carne o pesce.
Write a review
Print
Ingredienti
  1. 300 g. di Olio Extravergine di Oliva
  2. 4 g. di Foglie di Rosmarino
  3. 4 g. di Foglie di Basilico
  4. 4 g. di Foglie di Salvia
  5. 4 g. di Timo
  6. 2 Spicchi di Aglio Senza Buccia
Procedimento
  1. Procuratevi un barattolo di vetro con chiusura ermetica, ponete sul fondo i vostri odori precedentemente lavati e asciugati e versate l’olio di Oliva. Chiudete e riponete in un luogo buio da una a tre settimane, a seconda dell’intensità del gusto desiderato.
  2. Trascorso il tempo, filtrate il vostro olio e conservatelo in bottiglie di vetro possibilmente realizzate con del vetro scuro, altrimenti o lo riponete in un luogo al buio oppure avvolgete la vostra bottiglia in della carta stagnola.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Lonza Ripiena con Speck e Mandarini Cinesi ( Kumquat )

Lonza Ripiena con Speck e Mandarini Cinesi ( Kumquat )
I kumquat o mandarini cinesi, sono dei piccoli agrumi dalla forma ovale, sono ricchi di potassio, vitamina C e A. Solitamente, vengono tenuti in casa a scopo ornamentale. I frutti vengono mangiati interi senza essere sbucciati e sono ottimi da abbinare a carni di maiale come in questa ricetta. Se consumati dopo i pasti aiutano la digestione e lasciano una bocca buona e fresca. Questo è il periodo in cui raggiungono la loro maturazione e vengono raccolti. Ho questa pianta in casa da diversi anni, e quest'anno avendo fatto tanti frutti, ho deciso di realizzare questo arrosto per una cena tra amici. Tutti lo hanno trovato delizioso e l'abbinamento con lo speck si è rivelato davvero ottimo.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 900 g di Lonza Aperta a Libro
  2. 22 Mandarini Cinesi
  3. 130 g di Speck
  4. 125 g di Cipolla Dorata
  5. 4 Costole di Cuore di Sedano Verde con le Foglie
  6. 60 g di Carote
  7. 7 Scalogni
  8. 40 g di Vino Bianco Secco
  9. 200 ml. di Brodo Vegetale
  10. 30 g di Burro
  11. Q.b. di Sale
  12. Q.b. di Olio e.v.o.
Procedimento
  1. Lavate e mondate il sedano, staccate le foglie dalle costole e tritate finemente i gambi. Riducete in trito anche la cipolla dorata e le carote. Lavate e asciugate anche i mandarini cinesi, prelevatene 10 pezzi e tagliateli a fettine sottili, avendo l'accortezza di eliminare i semi interni.
  2. In una padella versate un filo di olio e unite le verdure con i Kumquat tagliati. Condite di sale e cuocete per circa 10 minuti su fiamma bassa. Trascorso il tempo, spegnete, unite le foglie di sedano tritate fini e lasciate raffreddare.
  3. Stendete la lonza di maiale su un foglio di carta forno, salatela leggermente, copritela con le fette di speck e cospargete la superficie in modo uniforme con il composto ottenuto di verdure e mandarini. Aiutandovi con la carta arrotolatela bene.
  4. Legate l'arrosto con dello spago da cucina e trasferitelo in una teglia da forno. Unite ora i mandarini rimasti e gli scalogni sbucciati e tagliati a metà. Aggiungete anche il burro a piccoli fiocchi.
  5. Cuocete in forno preriscaldato a 200°C per 30 minuti. Versate il brodo bollente con il vino e proseguite la cottura a 180°C per circa 40 minuti. Sfornate, lasciate riposare per qualche minuto, eliminate lo spago, tagliate a fettine e servite con il fondo di cottura.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Burger di Quinoa con Patate e Carote

Burger di Quinoa con Patate e Carote
Parliamo quindi della quinoa; una pianta erbacea che produce una spiga, ricca di semi rotondi, simili a quelli del miglio. I semi, sottoposti a macinazione, forniscono una farina contenente prevalentemente amido, il che consente a questa pianta di essere classificata merceologicamente come cereale. Ha un alto contenuto proteico, è ricchissima di betaina ( una sostanza che si estrae dalla barbabietola da zucchero e che ha la capacità di disintossicare il fegato ) ed è totalmente priva di glutine, quindi adatta ai celiaci. I semi di quinoa vengono solitamente consumati per cucinare minestre o risotti, la farina invece è indicata per tutti gli utilizzi normali come dolci, pane, pasta. In questa ricetta ho voluto utilizzare la quinoa per realizzare dei burger vegetariani. E ora che ci penso mi rendo conto di quanto questo piatto possa essere gustato davvero da tutti. Non solo è adatto ai celiaci perché privo di glutine, ma anche appetitoso per vegetariani, vegani, intolleranti all'uovo e ai latticini, per i bambini o per gli adulti. Accompagnato da una fresca e leggera insalata, diventa un piatto unico e completo.
Write a review
Print
Ingredienti per 6 Burger
  1. 125 g di Quinoa
  2. 250 ml di Acqua
  3. 280 g di Patate
  4. 200 g di Carote
  5. 1 Spicchio di Aglio
  6. 2 Rametti di Rosmarino
  7. Scorza Grattugiata di 1/2 Limone non Trattato
  8. Q.b. di Brodo Vegetale
  9. Q.b. di Pan Grattato
  10. Q.b. di Timo Fresco
  11. Q.b. di Olio e.v.o
  12. Q.b. di Sale e Pepe
Procedimento
  1. Lavate le Patate per eliminare il terriccio residuo e assicuratevi di aver tolto i tuberi inverditi visto che contengono un alcaloide tossico per l'essere umano. Cercate di utilizzare tuberi della stessa grandezza altrimenti la cottura non risulterà uniforme. Immergete le patate in un tegame capiente pieno d’acqua fredda e leggermente salata. Portate a bollore rapidamente per poi abbassare la fiamma e sbollentate per qualche minuto.
  2. Scolate e pelatele. Tagliatele ora a piccoli cubetti e trasferite in una padella con un filo di olio, lo spicchio di aglio in camicia e un rametto di rosmarino. Portate a cottura e aggiustate di sale se necessario.
  3. Nel frattempo private le carote della parte superficiale con un pelapatate. Tagliate poi le estremità e lavatele acccuratamente sotto il getto dell’acqua corrente per eliminare eventuali residui di buccia e altre impurità. Riducete anche esse a piccoli cubetti e cuocete in padella con olio, sale e pepe. Oppure se preferite potete cuocerle a vapore o lessarle.
  4. Occupatevi ora della quinoa; sciacquatela e fatela tostare per qualche minuto in una padella dove avrete scaldato dell'olio. Coprite con l'acqua e, mescolando con un cucchiaio di legno, fate cuocere fino a quando l'acqua sarà stata assorbita completamente. Trasferite in un bicchiere da mixer, unite il timo con il rosmarino restante tritati finemente, la scorza del limone grattugiata e condite di sale e pepe. Versando poco alla volta del brodo vegetale e con l'aiuto del frullatore ad immersione riducete in un composto piuttosto duro e consistente. Aggiungete le patate con le carote e amalgamate bene tutti gli ingredienti. Con i palmi delle mani leggermente bagnati, formate i vostri hamburger, passateli nel pan grattato, facendolo aderire bene e adagiate su una placca rivestita di carta forno. Infornate a 240°C fino a completa doratura. Sfornate e servite.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Filetti di Spigola su Crema di Zucchine e Verdurine Croccanti

Filetti di Spigola su Crema di Zucchine e Verdurine Croccanti
Un secondo piatto gustoso e leggero allo stesso tempo. Per prepararlo avrete bisogno solo di pochi ingredienti e passaggi facilissimi. L'accostamento con le verdure lo rende un piatto colorato e appetitoso. Ho voluto inserire una crema di zucchine per un tocco vellutato e delle verdure croccanti per lasciare in bocca una sensazione di freschezza e delicatezza.
Write a review
Print
Ingredienti per 2 Ps
  1. Filetti di 2 Spigole
  2. 2 Zucchine
  3. 30 g di Cipolla Bianca
  4. 5 Pomodorini Piccadilly
  5. Q.b. di Olio e.v.o
  6. Q.b. di Sale
  7. Q.b. di Aneto Fresco
Procedimento
  1. Squamate e sfilettate la Spigola, se non siete capaci potete farlo fare dal vostro pescivendolo di fiducia. Regolate i bordi dei filetti per ottenere delle porzioni regolari e se sono grandi, divideteli a metà, altrimenti lasciateli interi.
  2. In un pentolino portate a bollore circa ½ lt di acqua. Nel frattempo lavate e capate le zucchine. Utilizzate solo la parte esterna e scartate invece quella interna, troppo acquosa e piena di semi. Tagliatene una a strisce verticali per poi dividerla a metà e tuffarla nell’acqua portata a bollore. Cuocete al dente, scolate e immergete in acqua fredda e ghiaccio per pochi minuti. In questo modo andrete a bloccare la cottura e a lasciare intatto il bel colore verde che gli appartiene. Trascorso il tempo, scolate e trasferite in un bicchiere da mixer. Condite di olio e sale e aggiungete circa 4 cucchiai di acqua di cottura. Con un frullatore ad immersione lavorate fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.
  3. Tagliate invece a piccoli cubetti la zucchina rimasta insieme alla cipolla. Trasferite in una padella calda con un filo di olio, salate e cuocete per qualche minuto. Quasi a fine cottura aggiungete i vostri pomodorini, che avrete prima tagliato in quattro nel senso verticale, tolto poi la polpa con i semi interni e di nuovo tagliati a cubetti. Fate attenzione alla cottura delle verdure che devono restare belle croccanti.
  4. Portate su fuoco una padella antiaderente con qualche cucchiaio di olio di oliva, appena caldo unite i filetti, avendo cura di portare la parte con la pelle a contatto con la padella. Fate rosolare i filetti senza mai girarli o comunque fino a quando la polpa del pesce non diventerà di colore biancastro. Togliete immediatamente e portate su una placca rivestita di carta forno. Infornate in forno preriscaldato a 180° C per circa dieci minuti. Sfornate e salate leggermente.
  5. Componete ora il vostro piatto; adagiate sul fondo la crema di zucchine, aiutandovi con un cucchiaio create dei mucchietti con le verdure, ponete sopra i filetti, di nuovo qualche verdurina e completate il piatto con un ciuffo di aneto fresco e un giro di olio a crudo.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/