Limone e Liquirizia

Hamburger di Quinoa con Patate e Carote

Hamburger di Quinoa con Patate e Carote
Parliamo quindi della quinoa; una pianta erbacea che produce una spiga, ricca di semi rotondi, simili a quelli del miglio. I semi, sottoposti a macinazione, forniscono una farina contenente prevalentemente amido, il che consente a questa pianta di essere classificata merceologicamente come cereale. Ha un alto contenuto proteico, è ricchissima di betaina ( una sostanza che si estrae dalla barbabietola da zucchero e che ha la capacità di disintossicare il fegato ) ed è totalmente priva di glutine, quindi adatta ai celiaci. I semi di quinoa vengono solitamente consumati per cucinare minestre o risotti, la farina invece è indicata per tutti gli utilizzi normali come dolci, pane, pasta. In questa ricetta ho voluto utilizzare la quinoa per realizzare degli hamburger vegetariani. E ora che ci penso mi rendo conto di quanto questo piatto possa essere gustato davvero da tutti. Non solo è adatto ai celiaci perché privo di glutine, ma anche appetitoso per vegetariani, vegani, intolleranti all'uovo e ai latticini, per i bambini o per gli adulti. Accompagnato da una fresca e leggera insalata, diventa un piatto unico e completo.
Write a review
Print
Ingredienti per 6 Hamburger
  1. 125 g di Quinoa
  2. 250 ml di Acqua
  3. 280 g di Patate
  4. 200 g di Carote
  5. 1 Spicchio di Aglio
  6. 2 Rametti di Rosmarino
  7. Scorza Grattugiata di 1/2 Limone non Trattato
  8. Q.b. di Brodo Vegetale
  9. Q.b. di Pan Grattato
  10. Q.b. di Timo Fresco
  11. Q.b. di Olio e.v.o
  12. Q.b. di Sale e Pepe
Procedimento
  1. Lavate le Patate per eliminare il terriccio residuo e assicuratevi di aver tolto i tuberi inverditi visto che contengono un alcaloide tossico per l'essere umano. Cercate di utilizzare tuberi della stessa grandezza altrimenti la cottura non risulterà uniforme. Immergete le patate in un tegame capiente pieno d’acqua fredda e leggermente salata. Portate a bollore rapidamente per poi abbassare la fiamma e sbollentate per qualche minuto.
  2. Scolate e pelatele. Tagliatele ora a piccoli cubetti e trasferite in una padella con un filo di olio, lo spicchio di aglio in camicia e un rametto di rosmarino. Portate a cottura e aggiustate di sale se necessario.
  3. Nel frattempo private le carote della parte superficiale con un pelapatate. Tagliate poi le estremità e lavatele acccuratamente sotto il getto dell’acqua corrente per eliminare eventuali residui di buccia e altre impurità. Riducete anche esse a piccoli cubetti e cuocete in padella con olio, sale e pepe. Oppure se preferite potete cuocerle a vapore o lessarle.
  4. Occupatevi ora della quinoa; sciacquatela e fatela tostare per qualche minuto in una padella dove avrete scaldato dell'olio. Coprite con l'acqua e, mescolando con un cucchiaio di legno, fate cuocere fino a quando l'acqua sarà stata assorbita completamente. Trasferite in un bicchiere da mixer, unite il timo con il rosmarino restante tritati finemente, la scorza del limone grattugiata e condite di sale e pepe. Versando poco alla volta del brodo vegetale e con l'aiuto del frullatore ad immersione riducete in un composto piuttosto duro e consistente. Aggiungete le patate con le carote e amalgamate bene tutti gli ingredienti. Con i palmi delle mani leggermente bagnati, formate i vostri hamburger, passateli nel pan grattato, facendolo aderire bene e adagiate su una placca rivestita di carta forno. Infornate a 240°C fino a completa doratura. Sfornate e servite.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Tonnarelli su Crema di Piselli e Porri con Briciole di Olive Nere al Profumo di Limone

Tonnarelli su Crema di Piselli e Porri con Briciole di Olive Nere al Profumo di Limone
Armonia, sinfonia...così vorrei descrivere questo primo piatto. Quando assapori il cibo e in bocca tutto combacia, quando la cottura di ogni singolo ingrediente è perfetta, quando al loro incontro il tuo palato riesce a distinguere ogni singolo sapore e alla fine del boccone resta una sensazione di Armonia, allora ecco che hai realizzato ciò che immaginavi, ciò che desideravi. Non hai creato nulla di particolare, ne usato chissà quale ingrediente ricercato ma lo osservi, lo mangi e capisci quanto tu possa amare la cucina. Lo capisci perché finisci un piatto e hai subito voglia di ricominciare con uno nuovo.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 450 g di Tonnarelli all'Uovo
  2. 40 g di Porro
  3. 200 g di Pisellini Freschi o Surgelati
  4. 40 g di Olive Nere Denocciolate
  5. 100 g di Pomodori Datterini
  6. Scorza Grattugiata di 1 Piccolo Limone
  7. 1 Lt. Circa di Brodo Vegetale
  8. Q.b. di Sale e Pepe
  9. Q.b. di Olio e.v.o
  10. Qualche Fogliolina di Basilico
Procedimento
  1. Prendete le olive e tritatele finemente, adagiatele su una placca rivestita di carta forno e infornate in forno preriscaldato a 100°C per circa 1 ora.
  2. Nel frattempo in una pentola portate a bollore il Brodo Vegetale. Mondate e lavate il porro con i piselli, se state utilizzando quelli freschi. Raggiunto il bollore, tuffate le verdure e portate a cottura. Trascorso il tempo, scolate e immergete in una ciotola con acqua fredda e ghiaccio. Questo vi permetterà non solo di bloccare la cottura dei vegetali ma anche di ottenere un colore finale vivo e acceso. Scolate di nuovo e trasferite in un bicchiere da mixer, condite di olio, sale e pepe. Frullate fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea, aggiungendo qualche cucchiaio del brodo di cottura se necessario.
  3. Cuocete i Tonnarelli al dente in abbondante acqua salata, scolateli e versateli in una padella con qualche cucchiaio di olio e i pomodori datterini precedentemente lavati, tagliati a cubetti e privati della polpa con i semi interni. Ripassateli per circa 3/4 minuti, unendo qualche cucchiaio di acqua di cottura e aggiustate di sale se necessario.
  4. Preparate i piatti per i vostri commensali: adagiate sul fondo un po' della crema di piselli e porri, trasferite sopra i vostri tonnarelli, cospargete con le briciole di olive, la scorza grattugiata del limone, un filo di olio a crudo e decorate con qualche fogliolina di basilico.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Rose Del Deserto ai Mirtilli Rossi

Rose del Deserto ai Mirtilli Rossi
Tutti conosciamo i famosi biscotti le Rose del Deserto. Non hanno bisogno di presentazione ma sono dei morbidi e profumati biscotti con una nota di croccantezza grazie ai Fiocchi di Mais con i quali vengono ricoperti. Si chiamano in questo modo perché con la loro forma ricordano una formazione sedimentaria dei paesi desertici. Di questi biscotti ne esistono di mille ricette, io ho seguito il mio istinto ed ho cercato di renderli più appetitosi anche grazie all'aggiunta dei mirtilli rossi. Nella ricetta, tra gli altri ingredienti, troverete lo xantano, che vi permetterà di non far allargare i vostri biscotti durante la cottura. E' facilmente reperibile nei negozi o nelle farmacie dove vendono prodotti glutine free, ma se aveste problemi nel reperirlo, potete evitare di inserirlo e limitare questo processo facendo riposare il composto per almeno due ore in frigorifero. Il giorno seguente saranno ancora più buoni.
Write a review
Print
Ingredienti per circa 40 pz
  1. 2 Uova Intere
  2. 240 g di Zucchero Semolato
  3. 100 g di Burro
  4. 370 g di Farina 00
  5. 8 g di Lievito per Dolci
  6. 210 g di Mirtilli Rossi Essiccati
  7. 1 Albume
  8. 200 g di Corn Flakes ( fiocchi di mais )
  9. 2 g di Xantano
Procedimento
  1. Sciogliete il Burro a bagnomaria o al microonde e fate raffreddare.
  2. In una ciotola unite le uova con lo zucchero e con una frusta elettrica montate fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Continuando a montare aggiungete a filo il burro.
  3. Miscelate la farina con il lievito e lo xantano, passate al setaccio e incorporate al composto. Mescolate con un cucchiaio per amalgamare bene gli ingredienti. Unite ora 70 g di mirtilli rossi e l'albume montato a neve.
  4. In una piccola ciotola miscelate i corn flakes ai restanti mirtilli.
  5. Aiutandovi con le mani leggermente bagnate, formate delle palline e fatele rotolare nel composto di fiocchi di mais e mirtilli.
  6. Adagiate su una placca rivestita di carta forno e infornate a 180°C in forno preriscaldato per circa 20 minuti.
  7. Sfornate e fate raffreddare.
  8. Potete mantenerli in un contenitore chiuso ermeticamente.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Risotto con Mele Smith e Fave, Aromatizzato all’Olio di Rucola e Limone

Risotto con Mele Smith e Fave, Aromatizzato all’Olio di Rucola e Limone
Un Risotto a tutta salute, dove il gusto ne fa da padrone. Realizzato in una giornata in cui il frigo mi ha messo davvero a dura prova, o meglio quello che non c’era dentro di esso. Dovevo inventarmi qualcosa per pranzo, anche perché di uscire a fare la spesa non se ne parlava proprio, pioveva a dirotto. Una busta di Rucola, due limoni, delle uova, un po’ di frutta e poco più !! Poi ho pensato a quelle poche fave rimaste in congelatore, una spinta alla mia fantasia e via che si parte. Ecco come è nato questo primo piatto che unisce la freschezza della mela e del limone, al sapore amarognolo della rucola e a quello primaverile delle fave. Il risultato ? un ottimo risotto da presentare anche in una cena tra amici
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 280 g di Riso Parboiled
  2. 65 g di Cipolla Bianca
  3. 1 Limone non Trattato
  4. 2 Cucchiai di Aceto di Vino Bianco
  5. 45 g di Vino Bianco Secco
  6. 50 g di Rucola
  7. 180 g di Fave congelate
  8. 120 g di Mela Granny Smith
  9. Q.b. di Sale e Pepe
  10. Q.b. di Olio e.v.o
  11. Q.b. di Brodo Vegetale
  12. 1 Noce di Burro
  13. 2 Cucchiai di Pecorino Grattugiato
Procedimento
  1. Prelevate la scorza di mezzo limone, avendo cura di togliere la parte bianca e trasferitelo in un bicchiere a macerare con abbondante olio per almeno 6/7 ore.
  2. Trascorso il tempo, portate a bollore ½ litro di acqua leggermente salata, lavate e sbollentate quindi la rucola per pochi minuti. Scolate accuratamente e trasferite in un bicchiere da mixer. Unite l’olio aromatizzato al limone a cui avrete precedentemente tolto la scorza, e con un frullatore riducete il composto in una crema liscia ed omogenea.
  3. Nel frattempo lessate le fave e una volta cotte e scolate privatele della loro buccia esterna. Tagliate invece senza sbucciarla, la mela a piccoli cubetti.
  4. Prepariamo ora il risotto; Tritate finemente la cipolla e soffriggetela dolcemente in poco olio di oliva; quando diventa trasparente, bagnatela con l’aceto e salatela. Lasciate evaporare, aggiungete il riso, tostatelo per due minuti, innaffiate con il vino e fate sfumare. Unite la mela e proseguite la cottura aggiungendo del brodo vegetale filtrato, poco alla volta. A circa metà cottura aggiungete anche le fave e l’olio di rucola e limone.
  5. Quando il riso è pronto, togliete dal fuoco, versate il burro e il pecorino. Maneggiate energicamente con un mestolo e lasciate riposare per due minuti prima di servire. Adagiate ora in dei piatti da portata e spolverizzate con del pepe macinato al momento e con la restante scorza del limone grattugiata.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Gnocchi Ripieni con Rucola e Patate su Fonduta di Pecorino e Pinoli Tostati

Gnocchi Ripieni con Rucola e Patate su Fonduta di Pecorino e Pinoli Tostati
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
Per gli Gnocchi
  1. 400 g di Patate Rosse
  2. 160 g di Farina Tipo 1
  3. 30 g di Fecola di Patate
  4. 40 g di Uova Intere
  5. 75 g di Rucola
  6. Q.b. di Sale
Per il Ripieno
  1. 120 g di Ricotta Mista Fresca
  2. 50 g di Taleggio
  3. 1 Cucchiaio di Parmigiano Grattugiato
  4. 3 Foglie di Basilico
  5. Scorza Grattugiata di 1/4 di Limone non Trattato
  6. Scorza Grattugiata di 1/4 di Arancia non Trattata
  7. 40 g di Crema di Yogurt Greco
  8. Q.b. di Sale
Per la Fonduta di Pecorino
  1. 100 g di Latte Fresco
  2. 50 g di Pecorino Romano Grattugiato
Vi Occorre inoltre
  1. N° 16 Pinoli
  2. N° 16 Piccole Foglie di Basilico
  3. 4 Cucchiai di Sugo di Pomodoro
Procedimento
  1. Prepariamo il Ripieno; In una ciotola riunite la ricotta, lo yogurt greco,il taleggio tagliato a piccoli cubetti, il parmigiano grattugiato, il basilico tritato finemente, il sale e la scorza grattugiata degli agrumi. Mescolate per amalgamare bene tutti gli ingredienti e riponete in frigo coperto con pellicola.
  2. Prepariamo la Fonduta di Pecorino; In un pentolino versiamo il latte e il formaggio grattugiato. Portiamo su fuoco medio e girando continuamente con un mestolo portiamo a leggero bollore. Togliete dal fuoco, fate raffreddare completamente per poi passarla in un colino a maglia fine.. In questo modo si addenserà e risulterà priva di grumi e vellutata.
  3. Prepariamo gli Gnocchi; Lavate, mondate e cuocete in acqua bollente salata la rucola per qualche minuto. Scolate bene, fate raffreddare e tagliate finemente con un coltello.
  4. Lavate le Patate per eliminare il terriccio residuo e assicuratevi di aver tolto i tuberi inverditi visto che contengono un alcaloide tossico per l'essere umano. Cercate di utilizzare tuberi della stessa grandezza altrimenti la cottura non risulterà uniforme. Immergete le patate in un tegame capiente pieno d’acqua fredda e leggermente salata. Portate a bollore rapidamente per poi abbassare la fiamma fino a completa cottura.
  5. Scolate e pelatele. Per togliere la buccia più facilmente potete trasferire le patate direttamente dall’acqua bollente a una bacinella con acqua ghiacciata.
  6. Lasciate a bagno per circa 5-6 secondi, così da far raffreddare la pelle ma non l’interno della patata. Lo shock termico provocherà automaticamente il distaccamento della buccia dalla polpa.
  7. Passatele ora allo schiacciapatate, facendole cadere su di un piano da lavoro. Unite la farina, la fecola di patate, la rucola, le uova e un pizzico di sale. Lavorate il tutto velocemente.
  8. Con un matterello stendete l'impasto a una sfoglia di 3-4 mm di spessore. Con l'aiuto di un coppa pasta ricavate ora tanti dischi. Spennellate la superficie con acqua fredda. Trasferite il ripieno ottenuto in un sac à poche e farcite la metà dei dischetti. Con i restanti andate a chiudere i gnocchi farciti, avendo cura di mettere a contatto le due parti leggermente bagnate.
  9. A questo punto richiudete i dischetti facendo pressione sui bordi, così da sigillarli bene e fare in modo che non si aprino durante la cottura.
  10. Immergete gli gnocchi in acqua salata e portata a bollore, una volta venuti a galla, lasciateli sobbollire per circa 1-2 minuti. Nel frattempo in una padella calda fate tostare i pinoli. Una volta pronti, scolate gli gnocchi e fateli saltare in padella con un filo di olio.
  11. Prendete ora un piatto da portata, con l'aiuto di un cucchiaio prelevate la fonduta e create dei disegni astratti come in foto, adagiate sopra i vostri gnocchi, una fogliolina di basilico e un pinolo. Con il sugo di pomodoro create invece dei piccoli puntini. Servite caldi.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/