Limone e Liquirizia

Coda di Rospo al Pompelmo Rosa e Arancia, con Vellutata di Patate e Zucchine Saltate

Coda di Rospo al Pompelmo Rosa e Arancia, con Vellutata di Patate e Zucchine Saltate
La rana pescatrice o coda di rospo è un pesce piuttosto pregiato, molto magro e dal sapore delicato. Purtroppo è caratterizzato da una grossissima porzione non edibile o di scarto che solitamente viene utilizzata per fumetti, brodi o zuppe. Ottime invece le frattaglie quali fegato e trippa. In commercio la trovate fresca o surgelata, privata della testa e con solo parte della pelle. Se non volete farvela pulire dal pescivendolo, basta semplicemente utilizzare un coltello ben affilato e dopo averla sciacquata sotto acqua corrente, togliere delicatamente la pelle cominciando dalla parte della schiena. Notevole il contenuto di Vitamina D e l’apporto di potassio che gli appartiene. E’ un pesce molto magro e poco calorico, si distingue per una netta prevalenza di acidi grassi polinsaturi della famiglia omega-3. Questa ricetta stupirà sia voi che i vostri ospiti, delicata con la vellutata di patate e ottimo l’abbinamento con gli agrumi che andrà a sgrassare e pulire il vostro palato, lasciando un senso di freschezza e un’armonia nel gusto.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 800 g di Coda di Rospo
  2. 2 Pompelmi Rosa
  3. 1 Noce di Burro
Per la Marinatura
  1. Succo di 1 Pompelmo Rosa
  2. Succo di 2 Arance
  3. 3 g di Zenzero Grattugiato
  4. Q.b di Bacche Rosa
Per la Vellutata di Patate
  1. 250 g di Patate
  2. 200 g circa di Brodo Vegetale
  3. 0,3 g di Zafferano in Polvere
  4. Q.b. di Olio e.v.o.
  5. Q.b. di Sale
Per le Zucchine
  1. 320 g di Zucchine
  2. 1 Spicchio di Aglio in Camicia
  3. Q.b. di Olio e.v.o.
  4. Q.b. di Sale
Procedimento
  1. In una ciotola trasferite il pesce e lasciate in infusione per 1 ora nel succo di pompelmo rosa e arancia, insieme allo zenzero grattugiato e qualche grano di bacca rosa schiacciata.
  2. Nel frattempo lessate le patate con la buccia in acqua leggermente salata, scolatele al dente, fatele raffreddare, sbucciatele e tagliatele a piccole fettine. Versatele in un bicchiere da mixer, unite il brodo bollente in cui avrete fatto sciogliere lo zafferano e qualche cucchiaio di olio, e con un frullatore ad immersione, lavorate il composto fino a ridurlo in una crema vellutata. Aggiustate di sale se necessario.
  3. Lavate e mondate le zucchine, quindi con l’apposito apparecchio riducetele a spaghetto. In una padella versate un filo di olio e lo spicchio di aglio in camicia. Portate su fuoco medio e quando l’aglio sarà diventato dorato aggiungete le zucchine. Condite di sale e portate a cottura.
  4. Trascorso il tempo, sgocciolate il pesce, asciugatelo tamponandolo delicatamente con carta assorbente, tagliatelo a porzione e ungete con un filo di olio. Fate cuocere in una padella ben calda per circa 5/6 minuti. Bagnate con la marinata filtrata e regolate di sale. Coprite e fate cuocere per ancora 8/10 minuti, girando il vostro pesce una sola volta. Togliete il pesce dalla padella, tenetelo in caldo, unite al fondo di cottura una noce di burro e fate ridurre il sughetto.
  5. Componete ora il piatto; versate la vellutata di patate nei piatti, adagiatevi le zucchine, sovrapponetevi i tranci di pesce e completate con cubetti di pompelmo rosa tagliati a vivo e un cucchiaio di sughetto.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Insalata Fredda di Lenticchie, Datterini, Rucola e Feta

Insalata Fredda di Lenticchie, Datterini, Rucola e Feta
Piatto sano, nutriente, saporito e fresco. Siamo soliti mangiare i legumi in inverno, soprattutto sotto forma di zuppe, vellutate o semplicemente cotti e mangiati caldi. Ma i legumi fonte di ricchezza a livello nutrizionale, non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole, anche in estate. Ecco allora un'ottima idea per consumarli freddi ad insalata, con l'aggiunta di ingredienti, che rendono il nostro piatto sfizioso, gustoso e colorato. Potete preparare questa insalata con largo anticipo e magari portarla per il vostro pranzo in ufficio o per le scampagnate fuori porta al mare o in montagna. Ottima per un pasto completo senza appesantirsi troppo.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 150 g di Lenticchie
  2. 150 g di Pomodori Datterini
  3. 45 g di Cipollato Fresco
  4. 80 g di Feta
  5. 80 g di Peperone Giallo
  6. 25 g di Rucola
  7. Q.b. di Brodo Vegetale
  8. Q.b. di Olio e.v.o.
  9. Q.b. di Sale e Pepe
Procedimento
  1. Sciacquate accuratamente le lenticchie sotto acqua corrente. In una pentola versate il brodo vegetale e una volta raggiunto il bollore, tuffate le lenticchie e portate a cottura su fuoco medio. Scolate, trasferite in una ciotola capiente, condite di olio, mescolate e fate raffreddare completamente.
  2. Trascorso il tempo, lavate e mondate le verdure. Tagliate in quattro i datterini per il senso della lunghezza, a piccoli cubetti invece, il peperone, il cipolloto fresco e la feta. Tritate finemente la rucola e unite tutti gli ingredienti alle lenticchie. Condite di sale e pepe e se necessario aggiungete altro olio. Coprite con pellicola e trasferite in frigorifero per almeno un'ora prima di essere servita.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Polpette di Ceci con Bulgur e Fave

Polpette di Ceci con Bulgur e Fave
Polpette a base di legumi, speziate e cotte al forno. Una volta preparate verranno ricoperte di semi di sesamo che tostandosi durante la cottura donano croccantezza a questa gustosissima pietanza. Ho realizzato due versioni; una con le fave cotte e poi private della loro pellicina esterna, l'altra utilizzando invece solo le pellicine delle fave e lasciando i legumi per altre ricette. Entrambe buonissime, da fare e da provare. E' un piatto dalle mille versioni, potete servirlo come antipasto, come secondo piatto accompagnato da una verdura, munite di uno stecchino per un aperitivo o un buffet, e per finire adatto nelle cene dedicate ai vostri amici vegani o vegetariani.
Write a review
Print
Ingredienti per circa 20 pz
  1. 120 g di Bulgur
  2. 250 g di Ceci
  3. 230 g di Fave Fresche ( lessate e private della pellicina esterna, oppure potete utilizzare la stessa quantità della sola pellicina )
  4. 2 Rametti di Prezzemolo
  5. 1 Spicchio di Aglio
  6. 70 g di Cipolla Dorata
  7. 1 Pizzico di Curcuma
  8. 1 Pizzico di Curry
  9. 1 Pizzico di Paprika dolce
  10. 1 Piccolo Pezzetto di Zenzero Fresco
  11. Q.b. di Olio e.v.o
  12. Q.b. di Sale e Pepe
  13. Q.b. di Semi di Sesamo
Procedimento
  1. Per la preparazione di queste polpette è necessario partire dai ceci essiccati e procedere al loro ammollo in acqua fredda per circa 12 ore. Una volta trascorso il tempo dell'ammollo trasferiteli in una pentola coperti di acqua e portateli a cottura insieme ad un mazzetto di odori. Salvia, rosmarino ed alloro che avrete ben legato con dello spago da cucina.
  2. Nel frattempo preparate le fave; Pulite i legumi sgranandole e sciacquandole sotto l’acqua corrente. In una pentola, portate a bollore abbondante acqua salata e tuffate al suo interno le fave. Portate a cottura, scolate e appena saranno tiepide privatele delle pellicine esterne. A questo punto potete decidere di utilizzare, per la quantità richiesta della ricetta, o le fave o solo le pellicine esterne, lasciando magari i legumi per un'altra ricetta.
  3. Cuocete ora il bulgur in acqua salata come indicazioni riportate sulla confezione. Scolate e trasferite in una padella capiente con qualche cucchiaio di olio. Unite il prezzemolo, la cipolla e lo spicchio di aglio tritati finemente, lo zenzero grattugiato e il resto degli ingredienti tranne i semi di sesamo. Condite di sale e pepe e lasciate andare su fiamma media per qualche minuto.
  4. Passate il composto al mixer fino a ridurre in crema, coprite e lasciate raffreddare completamente in frigorifero. Aiutandovi con i palmi delle mani bagnate, formate le vostre polpettine e passatele nei semi di sesamo facendoli aderire bene. Adagiate su una placca rivestita di carta forno e cuocete a 200°C per circa 40 minuti o comunque fino a doratura.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Friselle Integrali

Friselle Integrali
Le Friselle sono una ricetta tipica delle specialità Pugliesi. Solitamente sono realizzate con farina di grano duro ma in questa ricetta le trovate nella versione integrale. E' un Tarallo croccante, cotto al forno, tagliato a metà in senso orizzontale e fatto biscottare nuovamente al forno. Si mantengono per molto tempo chiusi in semplici sacchetti di plastica e solitamente vengono leggermente bagnati con acqua fredda prima di assaporarli. Io li preferisco così al naturale belli croccanti. Sono un'ottima alternativa al pane o una squisita cena nelle serate estive condite con vari ingredienti, seguendo i nostri gusti. Qui troverete un condimento a base di pomodorini, fave e peperone giallo.
Write a review
Print
Ingredienti per circa 24 Friselle
  1. 500 g di Farina Integrale
  2. 500 g di Farina di Farro
  3. 500 ml di Acqua
  4. 100 ml di Olio e.v.o
  5. 25 g di Lievito Compresso
  6. 10 g di Sale
  7. 1 Cucchiaino di Zucchero
Ingredienti per il condimento di 4 Friselle
  1. 280 g di Pomodori Datterini
  2. 40 g di Cipolla Rossa
  3. 80 g di Peperone Giallo
  4. 80 g di Fave Lessate e private della Buccia
  5. Q.b. di Origano
  6. Q.b. di Olio e.v.o
  7. Q.b. di Sale
Preparazione
  1. In un contenitore sciogliete il lievito in poca acqua tiepida e unite lo zucchero, fate riposare per 20 minuti.
  2. Miscelate le farine in una ciotola o nella planetaria con gancio, iniziate ad impastare aggiungendo l'olio di oliva, il lievito a filo e la restante acqua. Lavorate fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo e solo alla fine unite il sale. Trasferite il composto in una ciotola leggermente oliata, coprite con un panno pulito da cucina e fate lievitare fino al raddoppio ( un'ora e mezza circa ).
  3. Trascorso il tempo dividete l'impasto in pezzi uguali da 150 g l'uno e realizzate delle palline che farete lievitare per altri 15 minuti.
  4. Con le mani formate ora dei filoncini con una lunghezza di circa 18 cm e lasciate riposare ancora per un'ora circa. Chiudete poi a ciambella i vostri filoncini.
  5. Adagiate su una teglia ricoperta di carta forno, fate lievitare per un'altra ora e cuocete in forno preriscaldato a 200°C per circa 10/15 minuti.
  6. Sfornate, fate raffreddare, tagliate a metà in senso orizzontale e cuocete di nuovo in forno a 180°C per i primi 30 minuti e poi abbassate la temperatura a 140° per altri 30 minuti.
  7. Preparate il condimento; Lavate e mondate le verdure. Tagliate a piccoli cubetti il peperone, la cipolla e i pomodorini. Riunite in una ciotola e aggiungete le fave. Condite di olio, sale e origano. Mescolate per amalgamare gli ingredienti e dividete il composto ottenuto per farcire le vostre friselle.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Lonza Ripiena con Speck e Mandarini Cinesi ( Kumquat )

Lonza Ripiena con Speck e Mandarini Cinesi ( Kumquat )
I kumquat o mandarini cinesi, sono dei piccoli agrumi dalla forma ovale, sono ricchi di potassio, vitamina C e A. Solitamente, vengono tenuti in casa a scopo ornamentale. I frutti vengono mangiati interi senza essere sbucciati e sono ottimi da abbinare a carni di maiale come in questa ricetta. Se consumati dopo i pasti aiutano la digestione e lasciano una bocca buona e fresca. Questo è il periodo in cui raggiungono la loro maturazione e vengono raccolti. Ho questa pianta in casa da diversi anni, e quest'anno avendo fatto tanti frutti, ho deciso di realizzare questo arrosto per una cena tra amici. Tutti lo hanno trovato delizioso e l'abbinamento con lo speck si è rivelato davvero ottimo.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 900 g di Lonza Aperta a Libro
  2. 22 Mandarini Cinesi
  3. 130 g di Speck
  4. 125 g di Cipolla Dorata
  5. 4 Costole di Cuore di Sedano Verde con le Foglie
  6. 60 g di Carote
  7. 7 Scalogni
  8. 40 g di Vino Bianco Secco
  9. 200 ml. di Brodo Vegetale
  10. 30 g di Burro
  11. Q.b. di Sale
  12. Q.b. di Olio e.v.o.
Procedimento
  1. Lavate e mondate il sedano, staccate le foglie dalle costole e tritate finemente i gambi. Riducete in trito anche la cipolla dorata e le carote. Lavate e asciugate anche i mandarini cinesi, prelevatene 10 pezzi e tagliateli a fettine sottili, avendo l'accortezza di eliminare i semi interni.
  2. In una padella versate un filo di olio e unite le verdure con i Kumquat tagliati. Condite di sale e cuocete per circa 10 minuti su fiamma bassa. Trascorso il tempo, spegnete, unite le foglie di sedano tritate fini e lasciate raffreddare.
  3. Stendete la lonza di maiale su un foglio di carta forno, salatela leggermente, copritela con le fette di speck e cospargete la superficie in modo uniforme con il composto ottenuto di verdure e mandarini. Aiutandovi con la carta arrotolatela bene.
  4. Legate l'arrosto con dello spago da cucina e trasferitelo in una teglia da forno. Unite ora i mandarini rimasti e gli scalogni sbucciati e tagliati a metà. Aggiungete anche il burro a piccoli fiocchi.
  5. Cuocete in forno preriscaldato a 200°C per 30 minuti. Versate il brodo bollente con il vino e proseguite la cottura a 180°C per circa 40 minuti. Sfornate, lasciate riposare per qualche minuto, eliminate lo spago, tagliate a fettine e servite con il fondo di cottura.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/