Limone e Liquirizia

Melanzane al Sesamo

Melanzane al Sesamo
Le protagoniste di questo piatto sono proprio loro, le melanzane. E per far si che siano belle fresche, prima di comprarle occorre controllare che la parte con il picciolo non sia secca e sia bene attaccata al frutto. Non deve presentare ammaccature e la buccia deve essere ben tesa. Tonde o lunghe, chiare o scure, le melanzane hanno in comune la consistenza, tendenzialmente spugnosa, e il sapore che vira tra l’amaro e il piccante, a seconda della varietà. La buona quantità di fibre ne fa un ortaggio consigliato in caso di stipsi; ha virtù depurative e capacità diuretiche dovute anche alla grande quantità d’acqua che contiene. La buccia può essere consumata ed è una buona fonte di sostanze nutritive. Ecco perché in questa ricetta preferisco lasciarla e utilizzare melanzane striate che al palato sono meno amare e con una quantità di semi inferiore alle altre. Straordinariamente buone accompagnate da questa salsa realizzata con semi di sesamo e zenzero, altri ingredienti dalle grandi propietà.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 1200 g di Melanzane Striate
  2. 3 Rametti di Prezzemolo
  3. 2,5 g di Zenzero Fresco
  4. 20 g di Semi di Sesamo
  5. Q.b. di Olio e.v.o.
  6. Q.b. di Sale
Procedimento
  1. Lavate le melanzane e tagliatele per il lungo a fette di 1 cm di spessore. Cuocete su una piastra ben calda, possibilmente, girandole una sola volta.
  2. Nel frattempo in una padella versate i semi di sesamo e tostali su fiamma media. Trasferiteli in una ciotola e unite il prezzemolo lavato e tritato finemente, lo zenzero grattugiato, l’olio di oliva e del sale. Miscelate per amalgamare bene gli ingredienti.
  3. Una volta che le melanzane saranno cotte, adagiatele su di un piatto da portata e aiutandovi con un pennello da cucina irrorate con la l’olio aromatizzato. Servite calde.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Insalata di Cavolo Cappuccino con Mele Fuji, Nocciole Tostate, Carote, Uvetta e Semi di Papavero

Insalata di Cavolo Cappuccino con Mele Fuji, Nocciole Tostate, Carote, Uvetta e Semi di Papavero
Era nella mia mente da diversi giorni. Nell'orto il cavolo in questo periodo abbonda e cercavo un modo diverso di mangiarlo. Gli ingredienti che avevo pensato li vedevo particolarmente bene insieme e ora che l' assaggio mi rendo conto non solo di quanto sia gustosa ma anche di quanto possa essere perfetta per la cena della Vigilia da accompagnare ad un ottimo secondo piatto di pesce. C'è la bontà del cavolo cappuccino tagliato finemente, la freschezza della mela Fuji, la croccantezza delle nocciole tostate, la dolcezza della carota e dell'uva sultanina, l' acidità dell' aceto di mele, e il colore dei semi di papavero. Olio, sale e tanta sinfonia per il nostro palato.
Write a review
Print
Ingredienti per 6 Ps
  1. 300 g di Cavolo Cappuccino
  2. 200 g di Mele Fuji non Trattate
  3. 40 g di Nocciole Tostate
  4. 50 g di Carote
  5. 50 g di Uva Sultanina
  6. 7 g di Semi di Papavero
  7. Q.b. di Aceto di Mele
  8. Q.b. di Olio e.v.o
  9. Q.b. di Sale
Procedimento
  1. Lavate e mondate il cavolo cappuccino con le carote. Nel frattempo fate reidratare l'uvetta sultanina in acqua fredda.
  2. Tagliate sottilmente il cavolo e le carote a piccole striscione, riunite in una ciotola capiente ed unite le nocciole tostate e i semi di papavero.
  3. Lavate la mela, tagliate prima a spicchi e poi anch'esse a piccole fettine.
  4. Aggiungete quindi alla vostra insalata le mele e l'uvetta scolata e strizzata accuratamente.
  5. Condite con aceto di mele, olio e sale. Servite immediatamente
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/

Bocconotti di Patate Croccanti

Bocconotti di Patate Croccanti
Buonasera Amici, ieri sera ho finalmente provato questa ricetta presa da una rivista di qualche anno indietro. E' mia abitudine, lasciare da parte i fogli delle ricette che più mi interessano e che ho intenzione di realizzare. Il problema è che ne ho talmente tanti, che può accadere come in questo caso, che se ne sta lì a guardarmi per anni e anni interi. Purtroppo devo dire !! Perché questa versione di patate con doppia cottura si è rivelata davvero straordinaria. Insolite, belle da vedersi e da personalizzare come volete. Magari aggiungendo un fiocco di burro al posto dell'olio, oppure del gorgonzola. La prima cottura deve essere fatta in pentola, ma se volete accorciare i tempi e se ne avete a disposizione, potete cuocerle per circa 15 minuti nel forno a microonde. Basterà immergerle in acqua all'interno di una ciotola in vetro.
Write a review
Print
Ingredienti per 4 ps
  1. 1,2 Kg di Patate
  2. Q.b. di Olio e.v.o
  3. Q.b. di Sale Grosso
Procedimento
  1. Lavate accuratamente le patate senza sbucciarle, trasferite in una casseruola e coprite di acqua fredda. Unite una manciata di sale grosso, portate a ebollizione e fate cuocere al dente, a medio bollore. Abbiate l'accortezza di utilizzare patate di uguale dimensione e non troppo grandi.
  2. Controllate eventualmente la cottura con l'aiuto di uno stecchino in legno, evitate di usare la forchetta per non spaccarle. Man mano che sono pronte, scolate e appoggiate su un doppio telo pulito da cucina. Lasciate asciugare bene.
  3. Trasferite ora su una placca rivestita di carta forno, copritele con un altro foglio di carta e schiacciatele a una a una con il palmo della mano, fino a ridurle allo spessore di circa 1 cm.
  4. Condite con qualche grano di sale grosso e un filo di olio.
  5. Cuocete in forno preriscaldato a 220° C per circa 35/40 minuti, o comunque fino a quando non risulteranno belle dorate e croccanti. Sfornate e servite.
Limone e Liquirizia http://www.limoneeliquirizia.net/